Sclerosi Multipla, a Montichiari parte il progetto di supporto integrato alle persone affette

0

In occasione della Settimana Nazionale della Sclerosi Multipla, recentemente realizzata dall’Osservatorio ONDA, il Centro Sclerosi Multipla degli Spedali Civili, con sede nel Presidio di Montichiari, presenta l’iniziativa del Progetto “Ospedale-Territorio per il supporto integrato alla persona affetta da Sclerosi Multipla”.

Si tratta di un progetto pilota nell’ambito della presa in carico del paziente affetto da Sclerosi Multipla avviato nell’ultimo anno, che ha come obiettivo quello di implementare un modello di integrazione Ospedale-Territorio che spazi dalla gestione del singolo paziente, ai bisogni di salute della popolazione affetta dalla patologia, attraverso la formulazione di percorsi di supporto generali o personalizzati.

La Sclerosi Multipla è una malattia cronica, infiammatoria, spesso invalidante, di origine autoimmune, che colpisce il sistema nervoso centrale. E’ più frequente nelle donne ed insorge più comunemente nei giovani adulti. L’andamento, la gravità e i sintomi specifici della malattia variano da persona a persona.

Il percorso di cura dei pazienti affetti da Sclerosi Multipla, di norma, coinvolge una molteplicità di soggetti (Centri specialistici di diagnosi e cura, Medico di medicina generale, Erogatori di assistenza domiciliare, Servizi per la dispensazione di protesi/ausili e di Medicina legale, Servizi sociali del Comune, etc.). Questa eterogeneità può determinare frammentazione degli interventi per ridotta integrazione tra i servizi, rendendo in alcuni casi difficoltoso il mantenimento della continuità assistenziale tra strutture ospedaliere e territoriali.

Garantire la continuità delle cure, soprattutto nelle malattie croniche, è uno dei principali obiettivi del Sistema Sanitario che ha evidenziato la necessità di realizzare azioni efficaci di miglioramento, anche attraverso un lavoro di collaborazione tra tutti gli attori coinvolti, pazienti compresi. Per questo motivo si è posta l’attenzione sulla necessità di affrontare la complessità delle relazioni tra i diversi attori coinvolti nel sistema di cura per facilitare l’armonizzazione delle attività in funzione di un miglior coordinamento assistenziale.

Il progetto “Ospedale-Territorio per il supporto integrato alla persona affetta da Sclerosi Multipla” definisce un Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale per la gestione della patologia, delineato e coerente con i differenti bisogni del paziente nelle diverse fasi della malattia, coordinato fra differenti operatori, a garanzia della fluidità del percorso assistenziale.

 

In questa fase i principali punti di snodo degli interventi sono rappresentati dal Centro Sclerosi Multipla, che garantisce le prestazioni in ragione della complessità della patologia, e dal Medico di Medicina Generale (MMG) che opera, oltre che come Responsabile clinico extra-ospedaliero, anche in qualità di componente di un’equipe funzionale in collegamento con il Centro Sclerosi Multipla.

Il Progetto si basa su un’alleanza fondata su una logica di rete tra i diversi erogatori di prestazioni sanitarie, a livello ospedaliero e territoriale e si avvale di una concreta comunicazione tra Centro Sclerosi Multipla, paziente e Medico di Medicina Generale, attraverso l’utilizzo sistematico di diverse modalità di contatto. I vari attori inseriti nella rete potranno comunicare tra loro rendendo possibile la condivisione tempestiva delle informazioni, realizzando un sistema di aggiornamento periodico tramite newsletter che il Centro Sclerosi Multipla di Montichiari rivolgerà sia ai Medici di Medicina Generale sia ai pazienti, in modo personalizzato a seconda delle caratteristiche di malattia e terapia.

Tale strategia pare idonea per promuovere l’appropriata continuità assistenziale, favorendo l’integrazione fra gli operatori e riducendo le incertezze della gestione clinico-assistenziale da parte dei pazienti e dei professionisti dedicati al processo di cura.

Il Progetto si caratterizza per l’attenzione alla centralità della persona ed è frutto di un lavoro di cooperazione sinergica.

Il Centro Sclerosi Multipla di Montichiari proporrà nei prossimi mesi a tutti i pazienti ed ai loro familiari ‘Incontri Tematici’ per promuovere il percorso assistenziale, condividendo la motivazione, l’informazione e la sensibilizzazione.

In questa fase pilota del Progetto è risultata determinante, per costituire la rete tra i MMG e il Centro Sclerosi Multipla, la collaborazione del Dott. Ovidio Brignoli, Vicepresidente e Consigliere nazionale della Società Italiana di Medicina Generale (SIMG).

Comments

comments

LEAVE A REPLY