Palazzolo, coppia presa in ostaggio: l’arrivo della figlia mette in fuga i ladri

0

Una volta tanto la figlia che fa le ore piccole è una buona cosa. L’altra notte una coppia di Palazzolo sull’Oglio è stata letteralmente salvata dall’arrivo, alle tre, della figlia di ritorno da una serata con gli amici in città.

Tra martedì e mercoledì una coppia residente a Mura, centro storico di Palazzolo, in via Fabbri, è stata svegliata da un paio di rapinatori nel cuore della notte. Dopo aver razziato tutto quanto era a portata di mano, orologi e gioielli, due computer portatili, un televisore a schermo piatto, telefoni cellulari e portafogli con parecchi contanti, i due malviventi, col volto coperto, parlando a malapena l’italiano, hanno intimato a marito e moglie di mostrare dove fosse la cassaforte, ma senza successo. Proprio allora il telefonino della donna ha squillato, ma i rapinatori le hanno impedito di rispondere. Poco dopo a squillare è stato il telefono di uno dei due ladri, il segnale di lasciare l’abitazione. 

Evidentemente il palo all’esterno della casa deve aver messo in guardia i colleghi del pericolo rappresentato dall’arrivo della figlia che, insospettitasi del portone aperto, ha preso paura. Così i due rapinatori hanno rinchiuso a chiave la coppia nella camera da letto e se la sono svignata passando davanti alla figlia ancora in auto fuori dal portone, fuggendo poi a bordo di un’Audi A1 bianca con tettuccio nero.

I fatti sono raccontati stamani sulle colonne di Bresciaoggi. Dopo che la figlia ha visto i due fuggitivi, per il timore che la potessero bloccare ha messo in moto ed ha girato un po’ in auto prima di essere richiamata dal padre e di lanciare l’allarme al 112.
(a.c.)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. quanto ci è costato buttare giu il muro di berlino se ne stavano a casa loro invece hanno svuotato le loro carceri.e noi popolo di idioti ad accoglierli a braccia aperte

LEAVE A REPLY