Non c’è accordo tra Diocesi e la badante di don Giulio, soluzione lontana

0

650mila euro in eredità per avere accudito per 12 anni don Giulio Gatteri. Fanno circa 54mila euro l’anno, oltre 4.500 euro al mese. Ma la cifra potrebbe ridursi sensibilmente: la Diocesi di Brescia infatti contesta parte del denaro lasciato da don Giulio Gatteri alla sua badante romena, Valentina Popescu. 

Ieri era il giorno dell’udienza in Tribunale sul sequestro disposto sull’eredità del parroco di San Sebastiano di Lumezzane. Oltre alla diretta interessata erano presenti gli avvocati delle due parti, Biagio Riccio e Antonio Belpietro per la donna ed Enrico Bertoni per la Diocesi, e don Giampietro Girelli, direttore dell’ufficio amministrativo della Diocesi, che avrebbe ammesso presunte irregolarità nella gestione del denaro del parroco deceduto lo scorso anno, che avrebbe agito in maniera scorretta spostando il denaro tra i suoi conti, quello personale e quello della parrocchia, mancando sempre di avvisare la Diocesi sulle sue operazioni contabili. Nello specifico don Giulio pare che pochi giorni prima di morire abbia girato sul proprio conto 320mila euro che in passato aveva anticipato alla banca per un mutuo acceso dalla parrocchia. 

Dopo che, nei mesi scorsi, un accordo sembrava vicino, tutto dunque è stato rimandato al 17 luglio quando il giudice incontrerà nuovamente le parti. Nel frattempo la badante, cortese e sorridente come sempre, all’uscita dal tribunale si è detta rammaricata di non riuscire a trovare un lavoro. Nonostante ciò la donna non ha ancora prelevato un euro dal conto in banca aperto con l’eredità (la parte più consistente, in attesa di capire cosa verrà fatto della parte rimanente: leggi la notizia) di don Giulio.
(a.c.)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. meglio che restino alla badante che agli avvoltoi della curia. e se malauguratamente restassero alla curia, che PROVVEDA IMMEDIATAMENTE A LASCIARLI TUTTI ALLA PARROCCHIA. E NON AI CORVI RAPACI.

  2. meglio che restino alla badante che agli avvoltoi della curia. e se malauguratamente restassero alla curia, che PROVVEDA IMMEDIATAMENTE A LASCIARLI TUTTI ALLA PARROCCHIA. E NON AI CORVI RAPACI.

LEAVE A REPLY