Nuovo Broletto, sindaci e consiglieri votano il 28 settembre

0

Per i vertici della nuova Provincia di Brescia si voterà il 28 settembre. O meglio: quel giorno voteranno 2.596 grandi elettori. Perché la riforma governativa, che ha trasformato le Province in enti di secondo livello, cambia radicalmente i criteri di elettorato attivo e passivo. A votare, infatti, saranno solo i 205 sindaci bresciani (meno Travagliato, commissariato) e 2391 consiglieri comunali. Tutti dovranno eleggere il nuovo presidente (per il primo voto, in via transitoria, possono aspirare all’incarico anche gli uscenti) e 16 membri del nuovo consiglio provinciale eletti sulla base di liste con almeno 360 sottoscrittori (ma è probabile che, stavolta, la lista sarà unica). I voti saranno tutti ponderati: vale a dire che avranno valori diversi, secondo coefficenti stabiliti dal ministero, a seconda del numero di abitanti del Comune di riferimento.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ma non avevano detto che le avevano abolite?Cosa vuol dire nuovo broletto? Che avremo ancora gente come l'inutile Molgora?Scandalosa la vicenda autostrada dove si è autonominato.Spero che la magistratura si faccia sentire!E Romele e tutti gli altri ? Qualcuno ha visto la provincia di brescia ultima versione e ha pensato bene di abolire le provincie .

  2. Eccola la prima riforma di Renzi. Cambiato il nome, enti di secondo livello, elettori espropriati del diritto di voto, ma il carrozzone resta in piedi. Ora ” tocchera’ ” al senato. Bella democrazia!

  3. E mettiamoci 436 milioni di debiti che i vecchi amministratori ci hanno lasciato, oltre ad un derivato in perdita di 20 milioni, il cui costo nel 2013 è stato superiore all’addizionale rifiuti pagata da tutti i bresciani! Ah dimenticavo: mezzo Assessorato ai Lavori Pubblici sotto inchiesta…..

LEAVE A REPLY