Stamina, l’indagine conoscitiva: non emergono competenze della Regione

0

E’ stata illustrata oggi in Commissione Sanità la relazione sull’indagine conoscitiva voluta dal Consiglio regionale in relazione al cosidetto metodo “Stamina”.
A dettagliare i contenuti del fascicolo, che recepisce i contenuti di undici audizioni in Commissione, è stato Fabio Fanetti (Maroni Presidente). Trentanove pagine suddivise in nove sezioni che illustrano il quadro normativo di riferimento, il ruolo dell’Azienda ospedaliera Spedali Civili di Brescia, la Stamina Foundation onlus, il ruolo dei Comitati etici, la posizione dell’AIFA, la posizione della comunità scientifica, il ruolo della Regione, una serie di allegati e le conclusioni del relatore.

“Non è emerso un ruolo essenziale di Regione Lombardia – ha detto in aula il relatore – non avendo la stessa alcuna competenza in tema di autorizzazioni di cure compassionevoli o di sperimentazioni. Ciò che l’indagine esperita certamente pone in evidenza, invece, è la necessità imprescindibile che il Ministero e AIFA vogliano prendere precise posizioni sul tema, anche attraverso l’istituzione di un efficiente sistema di controlli che eviti, o quantomeno limiti in maniera sensibile, il ripetersi di casi cosi indeterminati, per il futuro”. “Non dimentichiamo che dall’inizio delle audizioni ad oggi il contesto scientifico e anche giuridico è mutato notevolmente – ha commentato a margine il Presidente della Commissione, Fabio Rizzi (Lega Nord) – Sulle conclusioni del relatore c’è assoluta sintonia: Regione Lombardia non ha competenza in materia”. Il confronto sulla relazione, che dovrà poi essere sottoposta a votazione, avverrà la prossima settimana. Le opposizioni (Paola Macchi del M5S, Umberto Ambrosoli del Patto Civico e Gianni Girelli del PD) hanno già richiesto approfondimenti e integrazioni soprattutto sulla parte relativa alle conclusioni, chiedendo che vengano rimarcate in maniera più evidente eventuali responsabilità e criticità. Non è esclusa la presentazione di una relazione alternativa.
Il Vicepresidente della Commissione, Angelo Capelli (NCD), ha voluto rimarcare come l’indagine abbia un compito conoscitivo, senza finalità di giudizio.

Comments

comments

LEAVE A REPLY