Ubi anticipa i soldi in attesa della soluzione: il Brescia per ora è salvo

27

Quando ormai tutto sembrava perduto è arrivata la svolta decisiva: il Brescia Calcio è salvo, potrà partecipare al campionato di Serie B e presto avrà un nuovo presidente. La bella notizia è giunta al termine di una giornata fitta di colloqui e trattative sull’asse Marco Bonometti-Ubi Banca, passando attraverso i consigli e le mediazioni del Comune di Brescia, spettatore attivo dell’accordo annunciato solo a sera inoltrata.

Entro venerdì Ubi Banca anticiperà i soldi necessari a coprire le pendenze su stipendi arretrati e tasse (quelli che hanno causato i tre punti di penalizzazione). A far cambiare idea alla banca l’esposizione chiara e decisa di Marco Bonometti, disposto a rilevare la società nonostante l’atteggiamento di Gino Corioni. Ma i tempi non sono del tutto maturi: nell’immediato le redini della società potrebbero essere prese da Alessandro Triboldi, direttore generale del Comune, che diventerebbe presidente (già dal 15 luglio) in attesa di lasciare il campo a qualcun altro una volta che l’operazione tra la banca e Bonometti sarà cocnlusa. 

Il Comune ha fatto la sua parte, allacciando i rapporti con Cavagna quando sembravano sfilacciati e contattando più volte gli attori in gioco. Chiare e significative le parole espresse nel pomeriggio dal sindaco Emilio Del Bono, riportate da Bresciaoggi: «Cavagna mi ha detto della sua disponibilità ad esserci. Sono giorni importanti, vogliamo tutti il bene del Brescia. La partita è in mano a Ubi e a Corioni, che con il suo comportamento ha reso le cose più difficili: non ha rispettato le tappe previste. Bonometti è un generoso, ma l’operazione che studiava adesso è più complicata. L’importante è che si trovino subito i soldi per l’iscrizione, per consentire al Brescia di disputare la serie B. Poi si tratterà di passare a una nuova avventura societaria».

I soldi ora ci sono, anticipati da Ubi. E i tifosi, che hanno saputo la notizia in tarda serata, hanno trovato il tempo di ringraziare subito Marco Bonometti. Fuori dai capannoni delle Officine Meccaniche Rezzatesi sono già stati appesi due lunghi striscioni: «Bonometti, Brescia ti ama» e «Bonometti santo? No, presidente subito».

Si partirà da -3 in classifica, ma questo è il male minore. Il Brescia c’è, ed è pronto a una nuova storia dopo 25 anni di gestione-Corioni.
(a.c.)

Comments

comments

27 COMMENTS

  1. grazie UBI , grazie Bonometti, grazie Del Bono……finalmente la schiavitù è terminata , siamo liberi dalle catene corioniane…! Del Bono finalmente ha scoperchiato il vaso, ha avuto il coraggio di dire al Corioni basta, sei fuori , un tira molla vergognoso per lucrarvi fino all’ultimo centesimo …! probabilmente da oggi , se non vi sono altre girandole corioniane , il brescia calcio è una società PULITA E LINDA !!!!!

  2. pensate al vostro futuro e a quello dei vostri figli invece di gioire e osannare i politici e banchieri per aver salvato una squadretta di calcio da 4 soldi

  3. Le stesse banche che affamano le persone per bene trovano i soldi per "salvare" le squadre di calcio.E’ una vergogna.Quanta gente non arriva alla fine del mese e quante imprese hanno chiuso per pochi soldi? Per il calcio invece "UBI" i soldi li trova ……Calcio droga dei popoli…

  4. Certo, i tre punti in meno sono una sciocchezza… Ma se li avessimo avuti in più quest’anno????
    Megl io tre punti in meno che ripartire dalla serie C/D! L’importante è non avere più i rompicorioni!!!!!!!

  5. Secondo me sono tutti fuori di testa, a partire da Bonometti, che non sa in che voragine si è infilato. Quelli che ora lo acclamano, presto chiederanno la sua testa…. e per cosa ? Per il divertimento di una manciata di persone che il sabato pomeriggio hanno un po’ di tempo libero ?

  6. @ Paolo. Come mi diverto e come trascorro il sabato pomeriggio saranno affari miei. Tu invece che fai? Lo trascorri all’Ikea?

  7. quando i tuoi divertimenti del sabato pomeriggio son pagati coi miei soldi delle mie tasse allora diventano affari miei.. ps spero retroceda fino ai pulcini dell’oratorio, dopotutto è quello che si merita e si meritano i tifosi

  8. Eccolo là quello delle sue tasse e dei suoi soldi…
    RIPETO: Messaggi tremendamente populisti e superficiali ne abbiamo?

  9. quì si parla solamente del brescia calcio…..commenti politici e minkiate populiste non servono .
    ci sono altre pagine su cui sfogare le proprie idee.
    felice che la dittatura corioniani sia all’ epilogo …come tutti i despoti della storia , roberspierrecorioni è stato ghigliottinato !
    i

  10. Ciao Nes, se la banca interviene in questa operazione è perchè ha individuato ampi margini di profitto.
    Più serietà di così!!!!

  11. @ Paolo. Hai lasciato quattro messagi relativamente a questa notizia, evidentemente ti ha colpito profondamente. Ma le c…..te che ho letto nei tuoi messagi sono veramente troppo. Da come si diverte la gente il sabato pomeriggio e addirittura gli stessi divertimenti che ognuno esercita come meglio crede, vengono pagati con i soldi delle tasse che tu paghi. Allora vuol dire che se tu al sabato non vai all’Ikea (solo per guardare ovviamente, senza comperare) ma vai al teatro a vederti una commedia, il biglietto di ingresso te lo paghiamo con i soldi delle nostre tasse. Ripigliati

  12. siamo sicuri che l’iscrizione ci sarà? e poi come faranno per gli sipendi e la campagna acquisti? non vorrei che si trascini per un anno intero la critica situazione finanziaria portandoci in lega pro il prossimo anno…..speriamo che le promesse di investimento non rimangano solo promesse……

  13. Se vado al cinema o a teatro a vedere una commedia il biglietto (forse) me lo paghi tu, ma la polizia urbana e quella di Stato per garantire l’ordine pubblico e la si9curezza durente le partite di pallone la paghiamo sicuramente tutti, (almeno quelli mche le tase le pagano)

  14. oggettivamente: non si capisce piu’ nulla. nulla. ogni gornale o sito scrive cose diverse. credo che lascero’ perdere fino a al giorno 15 alle sette e un minuto… allora, forse, si capira’ cosa succede… incredibile casotto.

  15. Voglio precisare che non sono stato io a parlare di tasse e dei soldi degli altri. Ripeto, per il divertimento di una manciata di urlatori ingrati trovo dissennato l’impegno di Bonometti o di chiunque altro.

  16. SE OVVIAMENTE NON PUO’ ESSERE IL NOSTRO PRIMO PENSIERO
    MI AUGURO CHE IL BRESCIA CALCIO SI PROPONGA PER ESSERE TRA LE PRIME NEL CALCIO ITALIANO
    DOPOTUTTO ,QUANTO A POPOLAZIONE, SIAMO LA QUINTA PROVINCIA ITALIANA
    E COME PIL AI VERTICI DELL’ITALIA

LEAVE A REPLY