Sessantenne bresciano pestato a sangue da tre ragazzini senza motivo

0

Un 60enne residente a Brescia è stato aggredito da tre ragazzini senza motivo mentre si trovava a Bologna per lavoro. E’ successo il 14 giugno scorso quando il 60enne, che lavora come autotrasportatore si trovava a Bologna per effettuare una consegna. Come racconta il Resto del Carlino, l’uomo avrebbe parcheggiato il suo furgone e, una volta sceso per effettuare la consegna si sarebbe sentito chiamare “vecchietto” dai tre ragazzini. “Dite a me?” e a quel punto è riuscito a vedere solo uno dei tre che si piegava sulle ginocchia in stile pugile. Poi il buio.

Raggiunto probabilmente da un pugno in pieno volto, l’uomo è caduto a terra perdendo i sensi e riportando una doppia rottura della mandibola. Un tipico esempio di “knockout game” nel quale gruppi di ragazzini vanno in giro a mettere al tappeto perfetti sconosciuti senza alcun motivo. “Non sappiamo se sia stato colpito ancora quando era già svenuto”, ha raccontato la compagna dell’uomo che in seguito al pestaggio è stato stato sottoposto ad un’operazione all’ospedale Bellaria. Gli inquirenti si sono messi sulle tracce dei tre adolescenti, probabilmente di 15-16 anni, su cui pende l’accusa di lesioni gravi.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ho 65 anni, quando vedo un gruppo di bulletti sto in guardia, e se provocano, non reagisco ma anticipo i loro pensieri,e allora…….i Genitori di questi delinquenti si pentiranno di averli messi al Mondo.

  2. Spero non mi capiti mai di incontrare questi ragazzini . Potrebbe scapparci il morto. Li mangerei come patatine
    Lo fanno solo con chi sanno che lo possono fare . Conigli

  3. Il problema è che questi pusillanimi ti prendono di sorpresa, un colpo ben assestato se gli va bene e sei giu, senza il tempo di reagire. Non hanno nemmeno il fegato di affrontare il malcapitato di turno. Calci nei denti si meritano nient’ altro!!!

LEAVE A REPLY