Crisi, Brescia tra le città più colpite: giù consumi, su disoccupazione

0

Brescia tra più colpite dalla crisi: lo conferma l’indice elaborato da Il Sole 24 Ore che colloca la nostra città in quel 25% di quelle che hanno avuto pesanti conseguenze e 22esima nella classifica nazionale con un impatto negativo del 55,7. Brescia è negativa su diversi fronti. I depositi bancari registrano un +44,8%  e anche a livello di ammortizzatori sociali, disoccupazione e prestiti personali la situazione non migliora. La crisi del manifatturiero ha portato la disoccupazione dal 3,19% del 2007 all’8,39% del 2013; il mattone si è svalutato e  il prezzo medio di vendita al metro quadro per un appartamento nuovo di 100 mq in zona semicentrale è del 19,4%. In ambito consumi si registra un -51,6% di immatricolazioni di auto, mentre per quelli generali si registra un – 18,8%. Il Pil pro-capite quindi precipita: da 28.100 euro circa a meno di 25 mila. 

Comments

comments

LEAVE A REPLY