Laghi, gli stranieri tornano a investire sul Garda: ma vince la sponda veronese

0

Nel secondo semestre del 2013 le quotazioni delle abitazioni situate nelle più importanti località lacustri hanno registrato una diminuzione del 2,3%. Su lago di Como la contrazione dei valori è stata del 2,1%, sul lago di Garda dell’1,4% mentre sul lago d’Iseo il ribasso è stato del 4,4%. La novità importante da segnalare è il ritorno degli investitori stranieri sul lago di Garda, in particolare sulla sponda Veronese. Tedeschi e austriaci hanno acquistato la seconda casa in queste località dopo aver capito che il ribasso dei valori poteva permettere di realizzare acquisti interessanti. In aumento anche la domanda da parte di acquirenti provenienti dal Trentino Alto Adige,  in particolare dal Sud Tirolo.

Secondo i dati forniti da Tecnocasa le località della sponda bresciana del lago di Garda hanno registrato un ribasso dei valori dell’1,3%. A cercare la seconda casa a Salò sono principalmente bresciani e  persone residenti in Lombardia, a Bergamo e a Milano. Il budget di chi cerca la seconda casa si è ridimensionato rispetto agli anni passati e questo vale anche per gli immobili di prestigio in maniera meno accentuata.

Nella seconda parte del 2013 le quotazioni delle abitazioni di Sirmione sono in diminuzione. La domanda di seconda casa è sempre molto elevata ed è alimentata da acquirenti provenienti  prevalentemente da alcune province del Veneto e della Lombardia a cui è ben collegata tramite autostrada e tangenziale. Si registra anche la presenza di acquirenti stranieri , tedeschi e soprattutto inglesi: cercano appartamenti con vista lago, in buono stato e con piscina. Il budget medio da destinare all’acquisto è di 120-150 mila euro per un bilocale e 180-200 mila euro per un trilocale.

La zona più costosa, ma anche più ambita,  è quella della Penisola dove per un buon ristrutturato si spendono mediamente 3000 euro al mq, con punte di 3500 euro al mq per il fronte lago.  Sono presenti anche ville di lusso valutate oltre il milione e delle nuove costruzioni in residence ultimate due anni fa e valutate mediamente tra 5000 e 6000 euro al mq.  A Desenzano del Garda si registra un mercato dinamico, grazie anche a quotazioni che negli ultimi dieci anni non sono mai state così competitive. La domanda di case vacanza proviene soprattutto dalle principali città lombarde, venete ed emiliane come Milano e hinterland, Monza, Mantova, Cremona, Reggio Emilia, Piacenza Hinterland di Milano  e Verona; bassa la quota di stranieri, in genere russi ma anche inglesi e irlandesi.

Il turista italiano proviene prevalentemente dalle provincie di Mantova, Piacenza, Reggio Emilia, Parma, Bergamo e hinterland Milanese. Troviamo anche il turista straniero alla ricerca di  una casa vacanza in genere vicino al lago o con vista lago, principalmente Russi ma anche  Inglesi ed Irlandesi. Oltre al centro storico si apprezza soprattutto la zona denominata Desenzanino , adiacente al centro storico ( raggiungibile a piedi ) offrendo sia immobili siti in fabbricati affacciati sul lungolago, sia immobili inseriti in contesti con piscina o comunque immersi nel verde, spesso con la vista del lago. La vicinanza al centro è determinante.

Sono in diminuzione del 2,8% le quotazioni delle abitazioni a Riva del Garda dove comunque si registra una ripresa della domanda da parte di potenziali acquirenti sia italiani (arrivano soprattutto dalla Lombardia) e sia stranieri (austriaci in particolare).

Sul mercato immobiliare di Iseo si registra una pesante diminuzione delle quotazioni immobiliari. A cercare la seconda casa sono persone che arrivano da Brescia, da Bergamo e da Cremona che ne apprezzano la vicinanza e che, per questo motivo, utilizzano l’abitazione soprattutto durante il week end. La domanda si orienta su bilocali dotati di vista lago possibilmente dotati di spazio esterno, giardino o terrazzo. 

Comments

comments

LEAVE A REPLY