Profumi “taroccati” in spiaggia e nei parcheggi: indagati tre napoletani

0

Il Commissariato della Polizia di stato di Desenzano del Garda ha indagato in stato di libertà tre napoletani, rispettivamente di 37, 28 e 26 anni, per la vendita di prodotti falsi.  L’indagine, coordinata dal Dirigente Bruno Pagani, è iniziata alcuni giorni fa dopo la segnalazione che a Desenzano si vendevano,  in luoghi pubblici come parcheggi e spiagge, confezioni di profumo che richiamavano per foggia e caratteri quelle originali di  prestigiose marche. Gli agenti sono risaliti ai colpevoli e li hanno localizzati in un albergo di Desenzano: hanno perquisito le camere e hanno trovato circa 500 confezioni di falsi profumi. E’ stata anche rinvenuta una “macchinetta prezzatrice” con relativo nastro per etichette adesive usata per applicare per apporre il prezzo sulle singole confezioni. Tutti gli indagati sono risultati avere precedenti penali per reati analoghi, quali contraffazione ed alterazione di marchi, frode nell’esercizio del commercio, introduzione nello Stato di prodotti con segni falsi. Uno dei tre era inoltre sottoposto a Foglio di Via Obbligatorio emesso dalla Questura di Reggio Emilia proprio per gli stessi reati. L’uomo è stato inoltre trovato in possesso di una modica quantità di hashish e per questo è stato segnalato in Prefettura. I falsi profumi sono stati sequestrati e messi a disposizione della Procura della Repubblica di Brescia. Nei confronti dei tre indagati è stato applicato il provvedimento amministrativo del Divieto di Ritorno nel Comune di Desenzano del Garda.

Comments

comments

LEAVE A REPLY