Fiaccavento e Pallavicini conquistano l’Ascepa: 9 giorni di tennis e solidarietà

0

Non solo agonismo al Tennis Forza e Costanza. Dal 2012 il club alle pendici del Castello di Brescia ospita anche il Trofeo Ascepa (acronimo di ‘amanti solo calcio e poco altro’), torneo amatoriale di doppio a inviti, in grado di raccogliere sempre numerose adesioni. Quest’anno sono state ben 66, per 33 coppie formate ad estrazione, unendo un giocatore di fascia ‘A’ (giocatori abituali) a uno di fascia ‘B’ (i meno allenati). Già, perché lo spirito della manifestazione, ideata da un gruppo di amici trascinati dall’ottima organizzazione di Gherardo e Lorenzo Colonna, è assolutamente goliardico. Ciò che conta è il divertimento, e dal 2012 anche la solidarietà. “L’Ascepa è orgogliosa di aver sposato la causa dell’Associazione Nazionale Tumori – spiega Gherardo Colonna – e nel nostro piccolo cerchiamo di dare un aiuto concreto a chi ne ha veramente bisogno”. Inoltre, non vengono premiati solo i vincitori, e anno dopo anno gli organizzatori distribuiscono sempre più riconoscimenti. L’edizione 2014 si è rivelata ricca di sorprese e di pronostici sbagliati, compreso quello della finale. Il titolo è andato infatti alla coppia composta da Marco Fiaccavento e Antonio Pallavicini, a segno sui primi favoriti del seeding Marco Denti (capace di onorare il ‘premio rivelazione’ vinto nel 2013) e Marco Maffetti, già campione in tre delle passate edizioni del torneo. Affidandosi a un assiduo serve&volley, il duo Fiaccavento/Pallavicini l’ha spuntata con il punteggio di 9-7 (si giocava sulla distanza dei nove game), davanti a un pubblico da grandi occasioni, con le tribune del Centrale gremite di spettatori. “Ci tengo a ringraziare tutti – ha aggiunto Colonna –, da chi ha giocato a chi era sugli spalti, fino ai ristoratori e ai manutentori dei campi del Tennis Forza e Costanza. Un club che non solo ci ospita, ma attraverso i maestri Alberto Paris ed Elisa Belleri è sempre disponibile e attento a tutte le nostre esigenze. Ovviamente, un grazie va anche agli sponsor che ci hanno accompagnato. Ogni anno cerchiamo di migliorarci, e per la decima edizione sono al vaglio diverse nuove idee”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome