Maxi operazione contro la microcriminalità sul Garda: 14 arresti per furti e droga

0

I turisti si apprestano ad assaltare il Lago di Garda, con la speranza che arrivi anche il beltempo e le alte temperature, e le forze dell’ordine si preparano alla solita intensificazione di lavoro. Per cercare di prevenire piuttosto che agire quando i guai sono già arrivati, la compagnia dei carabinieri di Desenzano, sotto la guida del capitano Fabrizio Massimi, ha messo in atto ieri una importante operazione anticirimine che ha portato al fermo di ben 14 persone, professionisti in fatto di spaccio, furti e rapine. 

Un 30enne barese è stato arrestato presso il centro commerciale La Rocca poco dopo aver rapinato una tabaccheria a Lonato. In tasca aveva ancora il bottino, circa duemila euro.

A Desenzano i carabinieri hanno colto sul fatto un cileno mentre forzava la serratura di un’auto tedesca in sosta. Sempre i militari hanno fermato una coppia che si è resa protagonista di un furto in un bar di Montichiari: fornzando la porta avevano prelevato 850 euro dalla cassa, ma non avevavo evitato che l’allarme mettesse in guardia i carabinieri. 

A Bedizzole è stata arrestata una donna nella cui abitazione sono stati trovati 410 grammi di Cocaina. Sempre a Bedizzole risiede invece un 39enne originario di Catania, arrestato a Desenzano dopo che i militari hanno vericato che deve scontare una pena di quattro anni per stupro.

Ma il caso più eclatante riguarda un albanese di Calcinato: fermato per un furto di materiale elettrico in un cantiere residenziale, è stato sottoposto a processo per direttissima e subito scarcerato. Il giorno dopo è stato trovato a bordo di un’auto con alcune dosi di droga, un coltello, spranghe e altro materiale pericoloso. Ora per lui c’è obbligo di firma quotidiano in caserma.
(a.c.)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Che schifo !!! Dopo aver commesso reati anche recidivi cosa ottengono ?? Subito la libertà !!! Si può vivere in un paese dove tutto è permesso??? Poveri poveri noi

LEAVE A REPLY