Dallo Sciamano allo Showman: quattro mesi di canzoni, spettacoli e ironia

0
Bsnews whatsapp

Da Mauro Pagani a Ennio Marchetto, dalla Valle Camonica a San Francisco, anche quest’anno “Dallo Sciamano allo Showman – Festival della canzone umoristica d’autore” è riuscito a costruire un calendario pieno di vita e di incontri.Il festival, in programma dal 2 agosto al 6 dicembre, conferma le collaborazioni eccellenti, nazionali ed internazionali, con il Club Tenco, il festival catalano Cose di Amilcare e il Society Club di San Francisco.

 

Il 2 agosto si inizierà a Borno con la presentazione del libro di Nini Giacomelli “Maestronze e genitorazzi. La scuola suonata” (Ed. Foschi), per concludersi il 6 dicembre a Edolo con lo spettacolo di uno dei più grandi trasformisti del nostro tempo, Ennio Marchetto, famoso in tutto il mondo per i suoi costumi in carta e origami che mutano davanti agli occhi del pubblico come in un rutilante cartone animato.

Nel mezzo la qualità, gli artisti e l’ironia che da sempre contraddistinguono una programmazione che in questi dodici anni il pubblico ha imparato a conoscere e apprezzare.

Un nome su tutti: Mauro Pagani, che a Darfo Boario Terme (il 27 settembre) proporrà per intero i brani che compongono l’album Creuza de mä, scritto a quattro mani con Fabrizio de André e di cui ricorre il trentesimo anniversario. Ma anche giovani conferme del nuovo cantautorato italiano come il pluripremiato Giovanni Block (in concerto a Pisogne il 16 agosto) o la nuova leva Zibba, già Targa Tenco 2012 e Premio della Critica Mia Martini all’ultima edizione del Festival di San Remo, che il 20 settembre a Malegno presenterà il suo libro “Me l’ha detto Frank Zappa” (Ed. Zona) e insieme agli Almalibre proporrà i brani dell’album “Senza Pensare all’estate”.

E ancora: Piji, il “cantautore emergente più premiato d’Italia”, il 6 agosto a Edolo con il suo progetto pop/jazz Electroswing Project; Mirco Menna, già frontman del gruppo Parto delle nuvole pesanti, con “Ridere è un fatto serio”, omaggio alla canzone umoristica d’autore (il 12 agosto a Paspardo); i bresciani Traffika, che il 19 settembre proporranno a Sellero un omaggio ai maestosi Gaber e Jannacci.

Uno Sciamano sempre più eclettico presenterà inoltre una serata dedicata al centenario della Grande Guerra, il 10 ottobre a Breno, con “A dirlo non son buono, mi proverò a cantar”, reading-concerto a cura di Enrico de Angelis. Il 17 e il 18 ottobre, dopo il grande successo della passata edizione del Cabaret Comico il festival torna a San Francisco, ospite del Society Cabaret di Lua Hadar e G. Scott Lacy, e onorato dalla presenza del Console Generale Italiano Mauro Battocchi, con due mostre camune: “Pitoon, i Pitoti in cartoon”, dal progetto di Nini Giacomelli e Sergio Staino con il Distretto Culturale di Valle Camonica, e la personale “Segni e tracce” dell’artista Fabio Sanzogni, camuno di nascita ma residente a San Francisco da anni. Il 27 novembre si torna a Malegno, con il concerto-spettacolo dei Dinatatak, gruppo di sei elementi di diverse nazionalità preso “in prestito” dagli amici del Festival Cose di Amilcare di Barcellona.

Tra luglio e novembre, infine, le Piccole Shomanerie del Centro Culturale Teatro Camuno conquisteranno il Castello di Breno con le attività di “Un mondo incatenato”: con l’animazione teatrale di Bibi Bertelli, la mostra “Libri incatenati”, incontri con l’autrice Nini Giacomelli, e la proiezione del video RAI “Un mondo di pezza” .

 

 

La rassegna come sempre trae ispirazione dal patrimonio più suggestivo della Valle Camonica, ossia le incisioni rupestri con il loro universo evocativo e magico fatto di pitoti, astronauti e sciamani. Grazie alla direzione artistica di Nini Giacomelli e all’organizzazione del Centro Culturale Teatro Camuno, “Dallo sciamano allo showman” si presenta come un festival innovativo che porta l’immagine della Valle Camonica alla ribalta nazionale per la scelta del tema, per un partner di grande valore come il Club Tenco e per la peculiarità e ricchezza del suo programma. Un Festival di qualità, per la gente e della gente.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI