Rocca D’Anfo, Beccalossi: “Al via i lavori di restauro”

0
Bsnews whatsapp

“Con lo schema di convenzione tra Regione Lombardia e Agenzia del Demanio approvato oggi, su mia proposta, dalla Giunta, inizia l’iter per l’avvio dei lavori di messa in sicurezza della Rocca d’Anfo, in provincia di Brescia. In questo modo l’importante complesso storico-architettonico del bresciano potrà essere riaperto al pubblico. Il nostro lavoro e il finanziamento regionale di un milione di euro, fin dall’inizio,  hanno avuto un obiettivo chiaro e preciso: restituire questo gioiello al territorio, ai cittadini e ai visitatori”.

Lo dichiara l’assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo Viviana Beccalossi, annunciando l’accordo con il quale l’Agenzia del Demanio “consegnerà” temporaneamente la Rocca a Regione Lombardia, in modo da consentire gli interventi del valore di circa un milione di euro, che saranno realizzati con la collaborazione della Comunità Montana Valle Sabbia.

La Rocca d’Anfo, dichiarata nel 1979 sito di particolare interesse storico e artistico dal Ministero dei Beni Culturali, è sede di edifici e opere militari risalenti in parte al periodo della Repubblica di Venezia (XV secolo) e in parte del periodo Napoleonico (XIX secolo), con aggiunte successive eseguite tra Otto-Novecento.

“La Rocca d’Anfo – prosegue Viviana Beccalossi- rappresenta un sito di inestimabile valore, che attende solo di essere valorizzato, come dimostra il grande afflusso di turisti, sia italiani sia stranieri, registrato nel periodo di apertura al pubblico tra il 2007 e il 2011, prima che continui interventi franosi ne causassero la chiusura per motivi di sicurezza”.

“Con la firma delle convenzioni – continua l’assessore Beccalossi –potremo finalmente partire con i lavori presumibilmente entro l’inizio del 2015, in modo da consentire la riapertura, almeno la parziale, della Rocca per l’estate".

L’intervento di messa in sicurezza della Rocca d’Anfo, è il più importante fra gli interventi a favore del territorio previsti nell’ambito  dell’Accordo di Programma per la realizzazione delle opere per la sicurezza del Lago d’Idro sottoscritto fin dal 2008 e a cui ha aderito anche il Comune di Anfo. Anche vista la sua complessità tecnica, è stato deciso nell’ultimo incontro del Collegio di Vigilanza di affidarne la realizzazione alla Comunità Montana di Valle Sabbia.

“Bene quindi l’avvio dei lavori ma – continua-Viviana Beccalossi – non dimentichiamo che la partita più importante è quella per definire il futuro della Rocca e sulle attività di gestione e di valorizzazione turistica e culturale. L’obiettivo di tutti deve essere quello di trovare una soluzione più efficace possibile, come del resto merita questo gioiello che svetta sul lago d’Idro, che rappresenta la più importante fortezza napoleonica presente in Italia, il cui modello è esposto al museo degli Invalides di Parigi".

"L’impegno di Regione Lombardia- conclude Viviana Beccalossi – è quello di procedere parallelamente con le opere per la messa in sicurezza e con quelle per valorizzare il territorio dell’Eridio. Con questo provvedimento confermiamo ancora una volta questa promessa".

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI