Provocazioni, insulti e tensione alla manifestazione animalista per Moro

0

Doveva essere una manifestazione pacifica quella organizzata ieri pomeriggio – sabato 2 agosto – a Breno dalle associazione animaliste per sensibilizzare l’opinione pubblica sui maltrattamenti e le violenze contro gli animali, ma così non è stata. Un gruppo di duecento persone si è riunito a Breno, paese dove è stato massacrato e ucciso a sprangate e sassate Moro, un cane da pastore colpevole di non voler ubbidire ai padroni.

I responsabili, due pastori della zona padre e figlio, sono accusati di maltrattamento e violenze contro gli animali e ora dovranno rispondere dell’uccisione di Moro. I manifestanti hanno sfilato al grido di “assassini” continuando a rivolgere insulti a pastori, cacciatori e in generale a chi è ritenuto colpevole di non accudire nel modo giusto gli animali. Non si sono fatte attendere le risposte di alcuni residenti del paese che hanno chiesto agli animalisti di andarsene. Anche il sindaco di Breno, che all’indomani della vicenda di Moro aveva denunciato fermamente le violenze contro gli animali e revocato la licenza sull’alpeggio ai due mandriani, davanti al degenerare dei toni dei manifestanti ha abbandonato il corteo.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Cosa c\’entrano i marò? La violenza inizia sui più deboli,gli animali sono l\’ultimo anello sui quali la violenza umana di ogni razza e colore si scatena senza remore o rimorsi. ricordiamoci che chi agisce con crudeltà sugli animali prima o poi lo fa sugli esseri umani. perciò questi atti di crudeltà vanno sradicati alla radice,queste persone vanno allontanate- x dar esempio di civiltà, un 80enne poi che vergogna, bella forza ammazzare un animale in quel modo, c\’è tanto sadismo ignoranza perversione in un gruppo familiare simile – non oso pensare cosa farebbero ad una persona inerme.. Bene il Sindaco che fa il suo dovere di Primo Cittadino x difendere il buon nome del suo paese e la sua comunità. Se poi c\’è qualche animalista esaltato si può capire-ormai c\’è troppa violenza ovunque su tutto e tutti non vedo motivi di giustificazione su dei vigliacchi che si accaniscono su un debole – i giornali sono pieni di episodi di violenza su donne, bambini ecc. perciò chi commette crimini violenti va punito in maniera esemplare. Attendiamo notizie sulla condanna di questi spregevoli individui.

  2. Al precedente post che si firma GANDHI …. che cretinata per uno/a firmarsi con quel Santo Nome !!! Sarà il solito/la solita maestrino/a che fa la predica vegetariana e animalista a tutti e che ama gli animali e però poi mangia carne e pesce tutti i giorni ! Come è stata una cretinata prendersela con pastori e abitanti di BRENO che certamente non centravano nulla con l’ accaduto !!!

  3. Che la punizione di que due individui sia esemplare….altrime nti fatti del genere si moltiplicheranno solo per il gusto di dimostrare che i soggetti come loro sono intoccabili ……tutta questa ingiustizia e violenza verso i più deboli deve essere fermata con punizioni severe …..anche perché stiamo vivendo una realtà rovesciata dove il Carnefice diventa Vittima e la Vittima Carnefice …solo per il fatto che nella confusione di leggi in cui viviamo non è la Verità che ne esce ma la ma l ‘ Astuzia di chi le Usa….e poi i risultati si Vedono…..

  4. il maltrattamento agli animali deve essere punito sempre, come dovrebbe essere punito chi lede i diritti degli altri perchè ci dimentichiamo il concetto di libertà : la mia libertà finisce dove inizia la tua. Nel nostro paese è difeso il ladro che trovi in casa perchè è un disadattato sociale,
    chi passa la vita a rubare e fregare gli altri non paga perchè è colpa di chi si fa fregare, se schiacci una fila di persone alla fermata dell’autobus con la macchina ti danno l’ergastolo della patente ma se non ce l’hai? scrivi un libro e ti danno una camenra d’albergo… se sei un ambientalista puoi andare in giro con i carabinieri a insultare la gente con l’autorizzazione dello stato e anche se sei ripreso in un video non succede nulla, ma se lo fa un cacciatore viene punito con querela e sospensione del porto d’armi per lesioni verbali. Se sei uno spacciatore all’angolo di casa nessuno ti da fastidio ma se vendi le sigarette sei un assassino. Questa società fa schifo ognuno cerca il più debole o comunque fa il forte in branco chi non può rispondere perchè ha solo da perderci comunque. Io chiedo ,cambiamo prima le cose serie e poi il resto verrà , se tutto è marcio è inutile cercare di togliere la muffa sopra. un’ultima cosa ai nostri amici paladini dell’ambiente , se volete chiudere la caccia per me potete pure farlo ma quando versate la tessera all’associazione mettete anche 200 euro tutti gli anni per i danni ai campi degli agricoltori e per gli incidenti in macchina dovuti alla fauna selvatica , perchè le bestie non leggono il cartello parco o zps e altre vaccate del genere e quando escono a fare danni vi dovrebbero dare la multa come quando entrano i cani dei cacciatori cioè da 200 a 1000 euro a bestia perchè non sapete controllarli. Allora scommetto che prendereste il provvedimento delle guardie per gli abbattimenti come già fate, la stagione venatoria su territorio libero dura 4 mesi scarsi ,il regolamento vieta la caccia con terreno coperto da neve , vieta la caccia di notte , le trappole e le gabbie , metodi che voi usate tutto l’anno nei parchi per l’abbattimento e il contenimento delle specie. Siete anche voi come il bue che da del c….o all’asino. Auguri per un’Italia migliore.

  5. Aaaaaaaahhhhhhh! Sto impazzendoo! Mi sono perso! Non ho capito niente ma tu sei pro o contro la caccia? Parli di punizione per chi maltratta gli animali poi fai propaganda per la caccia che è l’ apoteosi del maltrattamento degli animali. Non riesco a capire, potresti essere più sintetico e dirmi cosa intendi dire col tuo sproloquio (che tra l’ altro in parte condivido)?

  6. Mettiamola sotto questo punto di vista , gli animali SONO ESSERI VIVENTI che meritano rispetto e hanno il DIRITTO di VIVERE e dovrebbero avere il loro spazio naturale dove poter stare. I problemi sono 2 , il primo è che a noi coltivatori gli UNICI che QUALCHE volta ci pagano i danni da animali selvatici sono le regioni con ESCLUSIVAMENTE i soldi tirati su dai tesserini dei cacciatori o con la VENDITA di ANIMALI ABBATTUTI DALLE GUARDIE DENTRO E FUORI DAI PARCHI e messi all’asta al miglior offerente, questi danni non sempre SONO la causa di rilascio di animali sul territorio da parte dei cacciatori, comunque è difficile che 10 fagiani o qualcos’altro di simile facia razzia nel mio campo, ma come è successo a un mio amico 7 pecore ciucciate dal lupo… pagate? lasciamo perdere… oppure quando esce il branco di cinghiali (ormai specie autoctona in tutta italia )dal parco e mi ara mezzo campo 1 mese dopo la semina , ti giuro mi viene quasi da piangere, mi alzo alle 4 e vado a dormire alle 22 lavoro senza sosta 365 giorni all’anno e quando vedo tutto tirato su sapendo che i soldi non li becco perchè la regione non li ha e per la risemina è tardi vorrei veramente che invece di andare a sbraitare in piazza faceste qualcosa anche per noi agricoltori, purtroppo per gli esseri viventi uccisi e per fortuna nostra c’è qualcuno che pone rimedio a questa piaga abbattendo questi animali. Altro discorso è un’ imbecille che mi gira in mezzo alla vigna con lo schioppo in mano, finchè è il cane non mi da fastidio ,alcuni te li trovi dietro che ti annusano e aspettano una carezza, ma se mi sparano sulla gamba della vigna perchè parte una lepre li prendo a sberle, gli dico di dare il fucile un attimo al socio e poi ne discutiamo ma senza filmarli e a armi pari, le ho date e le ho prese…tutto finisce sul momento. Ma ti assicuro che quando passano di li non mi sparano più in mezzo alla vigna !molti di loro non reagiscono e scappano SOLO perchè sanno che gli salta il porto d’armi per rissa o violenza verbale. Secondo motivo , le campagne stanno diventando sempre più attrezzate per monocolture dove in 6 mesi si ha uno sfruttamento del territorio con vegetazione rigogliosa che offre cibo e riparo a tutte le bestie, ma quando si vanno a tagliare i campi avete mai osservato quanti leprotti e altri animali si rifugiano in una striscia di bosco da 10 metri a bordo campo? cosa pensate che vivano in condominio?o che per mangiare vadano al supermercato? finito il raccolto non più disturbati devono cercare una nuova casa in una di quelle poche strette aree boschive rimaste fino a quando non ne trova una "poco" occupata con la possibilità di sostentamento per l’inverno e così ha inizio la strage delle strade, che per la nostra comodità tagliano prati e boschi senza ritegno. Gli unici animali che veramente stanno proliferando in questo periodo sfruttando del sovrappopolamento invernale sono le volpi che ritrovandosi il frigorifero ben riempito passano l’inverno e il periodo di gestazione con conseguente svezzamento della prole in condizione favorevole, ma a forza di disrazzare le altre specie prima o poi anche loro diventeranno troppe e incominceranno a ammalarsi e morire. Risultato campagna completamente priva di fauna selvatica. Questo è quello che si vede realmente tutti i giorni in mezzo al verde e non su una lavagna con segnati 4 grafici teorici.
    P.S. il maiuscolo non è per gridare, non mi permetterei mai di mancare di rispetto , è solo per far notare determinate parole. In riguardo ai danni , prova a pensare di andare a lavorare e alla sera quello che hai fatto viene distrutto , per lo più ti viene detratto dalla paga, non è bello fidati. Secondo te da che parte dovrei stare? moralmente lo so benissimo , ma i miei figli devono mangiare.

LEAVE A REPLY