Discarica Inferno di Ghedi, Movimento 5 Stelle: “Pd e Cominelli raccontano balle per pura propaganda”

0

"Noi non abbiamo intenzione di fermarci. Sulla Discarica Inferno solo speculazioni.. Ora Basta! " esordisce così la nota diffusa dal  Movimento 5 Stelle Ghedi . "Tutti si dicono contrari, sono pronti a stracciarsi le vesti contro questo progetto, ma poi cosa succede realmente? Nessuno fa nulla". E attacca il Pd e la Cominelli per "vantarsi di aver portato la questione a livello nazionale grazie ad una fantomatica interrogazione parlamentare".

DI SEGUITO IL COMUNICATO INTEGRALE

Sembra una campagna elettorale infinita, i consiglieri si dimenticano che è in gioco la salute dei cittadini. Nei mesi scorsi il Sindaco Borzi ha tenuto banco promettendo di valutare tutti gli elementi conoscitivi sulla discarica ma, guarda caso, i lavori di realizzazione della discarica sono partiti subito dopo le elezioni. Il PD continua a raccontarci balle, Simonetta Migliorati (PD) si vanta ancora come a pochi giorni dalle elezioni, di aver portato la questione a livello nazionale grazie ad una fantomatica interrogazione parlamentare della deputata Miriam Cominelli. (http://goo.gl/Wr1ZLg) Peccato che l’interrogazione non è mai stata depositata, non esiste! Abbiamo chiesto ai nostri parlamentari (gli "sprovveduti grillini") e ci hanno spiegato che per questo tema non potrebbe nemmeno essere presentata un’interrogazione parlamentare, se non altro perché la competenza è Regionale! Ma questo almeno la Cominelli lo dovrebbe sapere, o lo sa e gioca con la nostra salute? Per quanto continueranno a disinformare i cittadini? quante balle dobbiamo subire? Se si vuole raggiungere un obbiettivo, bisogna agire con serietà e coerenza. A onor del vero, una mozione contro la realizzazione di nuove discariche a Ghedi c’è, in Regione Lombardia, ed è a firma dei consiglieri del Movimento 5 stelle, primo fra tutti Giampietro Maccabiani di Montichiari che ben conosce la questione. Sulla discarica “Cava Inferno” l’attenzione resta alta: I gruppi di opposizione hanno ormai seppellito l’ascia di guerra cedendo alle lusinghe del Sindaco, accontentandosi di partecipare ad una Commissione di vigilanza; Osserveranno e potranno fare ben poco, non avranno alcuna autorità. Il Sindaco sì, se volesse, potrebbe già oggi bloccare gli sversamenti, perchè non lo fa? E’ suo dovere tutelare la salute dei cittadini, perchè non emette un’ordinanza? Perchè non richiede una sospensiva alla Provincia di Brescia per ulteriori approfondimenti e indagini? Sono queste le azioni da intraprendere. Accontentarsi di partecipare alla Commissione significa fermarsi, affossare le richieste avanzate dal comitato locale e lavorare in assenza di trasparenza (nel Consiglio Comunale del 29 luglio è emerso che il primo incontro della Commissione sarà a porte chiuse) “Il movimento 5 stelle non si fermerà e appoggerà ogni iniziativa volta a contrastare la discarica Inferno” prosegue la nota, “Il nostro è un NO motivato!”. Dalla documentazione agli atti emerge un quadro preoccupante per quanto riguarda la sicurezza della discarica: “un potenziale pericolo per la salute dei cittadini”.Chiaro il riferimento alla documentazione presentata in una serata pubblica nel mese di aprile 2014 in cui venivano evidenziate una serie di perplessità tecniche relativamente all’area della discarica. “La documentazione agli atti evidenzia peraltro la presenza di acqua di falda nell’area, elemento determinante e che avrebbe dovuto portare ad un parere contrario al rilascio di questa autorizzazione da parte del Sindaco” Sicuramente le radici del problema vanno cercate nella amministrazioni precedenti, tuttavia non possiamo dimenticare l’ultimo e decisivo parere positivo al progetto rilasciato dall’amministrazione attuale, con il sindaco Borzi; non possiamo dimenticare gli sconti per importi superiore al milione di euro relativamente agli oneri per la discarica e la possibilità di non realizzare il centro guida sicura che originariamente era strettamente connesso alla discarica. Rivolgiamo un invito alla cittadinanza, anche e soprattutto agli elettori degli altri partiti: Fate pressing sui vostri eletti perchè contrastino questo intervento, date fiato alle vostre voci, serve l’aiuto di tutti. Questa discarica è figlia di una scelta politica sbagliata, non importa di chi sia la colpa, l’importante è fare tutto il possibile per tutelare la salute dei cittadini e noi non abbiamo intenzione di fermarci". 

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Aspettavamo i vari Crimi e compagnia bella perchè se ne interessasse qualcuno a livello nazionale di questo tema stavamo freschi.

  2. Se la discarica si può fermare FERMATELA !!! Spiegate a noi poveri cittadini come e perchè si può fare !!! Se invece non si può più fermare….. smettetela di sbraitare e di combattere contro le altre opposizioni e fate in modo che ci siano controlli REALI e PUNTUALI !

  3. Chiedere ai signori che stanno seduti in Regione e in Provincia da 15 anni. Le autorizzazioni alle discariche (e alle cave) passano da lì.

LEAVE A REPLY