Vento e pioggia battente: tanti i disagi tra città e provincia

0

L’ennesimo fine settimana di pioggia durante una pazza "estate", ma questa volta la cronaca non deve parlare solo di pomeriggi rovinati al lago o in montagna. Se quello di sabato notte è stato un temporale forte ma passeggero, il maltempo di domenica mattina ha causato diversi danni lungo tutta la provincia. Niente di nemmeno paragonabile a ciò che è successo in provincia di Treviso, con la morte di quattro persone investite dalla furia dell’acqua mentre si trovavano a una sagra di paese, ma i disagi sono stati numerosi. 

In città il caso più eclatante si è verificato al cimitero Vantiniano, dove alcuni alti cipressi sono stati divelti dal forte vento. Fortunatamente al momento del temporale praticamente nessuno si trovava nel camposanto, e la caduta degli alberi, uno dei quali rovinato su una tomba di famiglia, non ha provocato feriti. 

In Valtrompia invece la piggia insistente ha aperto una vera e propria voragine nei pressi di una palazzina a Lumezzane, un buco poco esteso (della lunghezza di circa due metri) ma molto profondo che ha obbligato i Vigili del Fuoco a sgomberare l’edificio. Dopo la verifica sulla stabilità dello stesso, gli inquilini sono stati fatti rientrare nei loro appartamenti, ma il corsello e i garage sono rimasti off-limits. 

Il maltempo non ha risparmiato nemmeno la nuovissima Brebemi: per più di mezz’ora, dalle 10:53 alle 11:25 l’autostrada è stata chiusa al traffico sulla corsia verso Brescia a causa di un improvviso allagamento della carreggiata nel territorio comunale di Chiari. Per colpa della grande quantità di acqua scesa in poco tempo infatti i canali di scolo si sono otturati, fermando l’acqua sulla strada. A lanciare l’allarme i primi automobilisti arrivati nel tratto bloccato. A liberare la corsia sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Palazzolo e di Chiari, dopodiché il normale transito è ripreso. In ogni caso si tratta di un pericoloso precedente al quale i tecnici dovranno cercare la soluzione.
(a.c.)

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome