Il sindaco Del Bono “oggi” su Facebook parla di calcio e solidarietà “ghiacciata”

0

Tutti i giorni (o quasi) alle 14 Bsnews.it vi propone l’aggiornamento su cosa il sindaco di Brescia Emilio Del Bono sta postando, commentando e divulgando su Facebook…

Dopo la breve pausa di agosto (solo una settimana) trascorsa a Temù tra i monti dell’Alta Valle Camonica, il sindaco Del Bono è tornato in città e attivo su Facebook. Ad attenderlo c’era già una sfida, lanciata dal campione olimpico Andrea Cassarà che ha invitato lui e il vicesindaco Castelletti a partecipare alla doccia gelata virale in favore della Sla.

Del Bono non ha nè accettato nè rifiutato, ma si è limitato ad un commento diplomatico: “La secchiata è un poco una scemenza ma se questo serve a raccogliere fondi allora la vedo benevolmente”. A quel punto un amico virtuale lo ha invitato ad occuparsi d’altro in qualità di sindaco e lui ha prontamente risposto: Certo…come sindaco devo garantire servizi alla persona di qualità. Come cittadino cerco di contribuire nel mio piccolo alla raccolta fondi”.

La domenica social di Del Bono è proseguita con la condivisione di un’immagine scattata dallo stesso sindaco durante l’incontro di calcio tra Brescia e Latina allo stadio Rigamonti. Qualcuno gli chiede se ha pagato il biglietto d’ingresso e lui non tarda a pubblicare la foto del suddetto cartaceo accompagnata dal messaggio: “Ovvio, ho pagato”.

Il lunedì del sindaco di Brescia inizia, invece con il post-denuncia di una cittadina che lamenta un presunto disservizio da parte di un addetto al centralino della Prefettura e chiede al sindaco di intervenire, aggiungendo: “Brescia merita di più in qualità..anche nella formazione di un banalissimo centralinista..Se questo è il biglietto da visita della Prefettura..nn voglio immaginare il resto!”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ma perchè DelBono non pensa a lavorare invece di fare il giovanile sui social network? Verrebbe sicuramente più apprezzato, e magari anche rieletto.

  2. Credevo che Brescia non avesse un sindaco. Ora vedo che è ricomparso e che è lo stesso che aveva nei mesi scorsi. Sono ancor più preoccupato. Basta con le sciocchezze: si dia da fare perché c’è tanto da fare.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome