La priorità della Lega in Regione, Rolfi: “Basta nuove moschee”

0

Da Regione Lombardia una proposta di legge che imponga norme più restrittive per la costruzione delle moschee. “Sarà la nostra priorità sin dai primi di settembre”, spiega il Capogruppo del Carroccio al Pirellone, Massimiliano Romeo, che anticipa: “Stiamo vivendo un momento molto critico: i servizi segreti hanno confermato l’allarme terrorismo nel territorio italiano.  Per questo motivo è ora di dire basta alla proliferazione delle moschee. 

A settembre la Lega presenterà un Progetto di Legge  per la modifica delle legge 12 sull’Urbanistica,  affinché si introducano regole più severe, che rendano più difficile realizzare  nuove moschee”.  Gli fa eco il consigliere regionale Fabio Rolfi: “E’ assodato che le moschee sono luoghi di indottrinamento ideologico e di reclutamento di aspiranti combattenti per la jihad, come la stampa nazionale sta evidenziando per mezza Europa;  occorre fermare il più possibile la realizzazione di nuovi luoghi di culto ed in tal senso opereremo nell’ambito delle competenze della Regione, individuando anche distanze minime da zone sensibili, tra cui i luoghi di culto cattolici, ai quali i Comuni, anche quelli amministrati dalla Sinistra, dovranno adeguarsi con lo scopo dichiarato di limitarne la costruzione”.

Aggiunge  Romeo: “Nella precedente legislatura la Lega, tramite  l’assessore Daniele Belotti, aveva chiesto che la costruzione di nuovi luoghi di culto fosse prevista preventivamente nel PGT; in questo modo si voleva vanificare l’artifizio di registrare i locali come centri culturali per poi, con un semplice cambio di destinazione,  trasformarli in moschee.  Non solo vogliamo impedire questo escamotage ma chiediamo che eventuali nuove costruzioni siano preventivamente concordate con il Consiglio Comunale della città ospitante, previa però consultazione dei cittadini. Non possiamo permettere  che per le scelte di taluni nobili benpensanti di Sinistra, come vorrebbero a Milano e Cantù, in nome del politicamente corretto si scavalchi il volere della cittadinanza”.

Conclude il consigliere Rolfi: “Le moschee che ci sono, e sulle quali va incrementato il controllo, bastano e avanzano”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. A me invece sono antipatici i leghisti. Chiudiamo le loro sedi, sono persone socialmente pericolose, nel senso che diffondono idee che istigano alla violenza ed al razzismo. Propongo un referendum per chiudere le sedi della lega. C’é qualcuno on line che si aggrega?

  2. Una volta c’era l’allarme "terronismo", adesso c’è quello "terrorismo".
    Cari Fabio e Massimiliano, il terrore non si alimenta nelle moschee ma nell’odio razziale che spargete ogni volta che aprite bocca.

  3. Ma lo facciamo o no un referendum dove finalmente la cittadinanza dice la sua sulla chiusura delle ….sedi della Lega?

  4. Ma chissenefrega se loro si fanno le moschee e gli indiani i templi e il cinese non so cosa, QUI MANCA LAVORO CARO SIGNOR ROLFI! e la storia che l’immigrato ci frega il lavoro è una cavolata enorme, perchè nelle acciaierie dove vado spesso per lavoro ci sono quasi tutti extracomunitari vicino agli altiforni, e così come nei cantieri dove c’è da piegare la schiena. Io propongo un referendum per mandare Rolfi in acciaieria e un senegalese in regione, per me dice meno boiate e tanto ne uno ne l’altro fa niente.

  5. Finalmente la Lega ne ha detta una giusta ….se non stiamo attenti questi diventeranno sempre di più, pretenderanno sempre di più, spadroneggeranno sempre di più fino a soggiogarci completamente, fino a spegnere la nostra civiltà! E finiamola…. con la paura di andar contro corrente oppure di apparire dei razzisti..basta!!!

  6. non è odio … se fosse così si vieterebbero anche le altre sedi di culto … è l’islam che semina odio e le moschee sono fatte per questo …

LEAVE A REPLY