Potrebbe essere arrivato in Valle l’orso ricercato in Trentino: avvistamento a Temù

0
Bsnews whatsapp

Si tratta di un animale che riesce a percorrere tranquillamente diversi chilometri per notte, anche una cinquantina, soprattutto in questa stagione durante la quale mangia moltissimo cercando di accumulare grasso per il letargo invernale. Stiamo parlando dell’orso, e della possibilità che quello avvistato nei giorni scorsi a Pontagna, nei boschi di Temù, possa essere l’ormai celebre Daniza, la mamma-orso che a Ferragosto ha attaccato un cercatore di funghi nel Trentino.

La storia di Daniza ha fatto il giro d’Europa, di lei hanno parlato tutti i qutodiani nazionali e l’episodio ha innescato una serie di reazioni anche politiche, con partiti favorevoli al suo abbattimento e altri contrari, con dichiarazioni di esperti che si sono espressi in sua difesa o hanno criticato il progetto di reintroduzione degli orsi nei boschi italiani. Daniza, madre di due cuccioli, è un orso di 18 anni che, sentendosi attaccata, ha graffiato e morso un piede allo sfortunato cercatore di funghi ferragostano. Dal giorno dell’aggressione è ricercata da tutte le guardie forestali che con trappole fatte di miele o di pezzi di carne fresca tentano di attirarla nelle loro reti. La ricerca fino ad ora è stata vana, e l’avvistamento di un orso a Temù ha fatto pensare addirittura alla possibilità che si possa trattate di Daniza. Se dovessero esserci nuovi avvistamenti la caccia all’orso sarebbe aperta anche in Valle Camonica, in attesa di capire cosa fare di Daniza dopo la cattura, anche se ormai è probabile che il suo destino sarebbe quello della deportazione in altro territorio. Ma prima bisogna trovarla.
(a.c.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI