Codacons sui cartelloni in A4 che invitano a prendere la Brebemi: “Fuorvianti, da togliere”

0

I cartelloni stradali posti lungo la A4 nel tratto di competenza dell’Autostrada Brescia-Verona-Vicenza-Padova S.p.A. devono essere immediatamente rimossi, e le informazioni rese agli automobilisti modificate. Lo chiede oggi il Codacons, denunciando come alcune indicazioni poste sui cartelli stradali siano fuorvianti e in grado di modificare le scelte degli utenti.

Sulla A4, in prossimità di Brescia, i cittadini che provengono da Venezia troveranno dei nuovi cartelli, installati di recente e dopo il varo della Brebemi, che indicano agli automobilisti diretti a Linate di svoltare a destra e prendere la A35. “Ma questa informazione – denuncia il Codacons – è incompleta perché fa credere agli utenti che l’unica possibilità per raggiungere Linate sia l’utilizzo della Brebemi, mentre la destinazione può essere raggiunta anche proseguendo sulla A4 grazie ad un percorso tutto autostradale. Non solo. Come indicato da Google Maps, l’utilizzo dell’autostrada A4 consentirebbe agli utenti di limitare i tempi di percorrenza, che sulla A35 Brebemi si allungano a causa di tratti non autostradali e ad una corsia soprattutto nell’area di Brescia (a meno che non si  decida di spingere sull’acceleratore, approfittando dell’assenza di Tutor sulla tratta), e risparmiare sul costo del pedaggio. Non a caso Google suggerisce il percorso sull’A4 come opzione consigliata per i propri utenti”.

“Non è in alcun modo tollerabile influenzare le scelte degli automobilisti sui percorsi da seguire per raggiungere una determinata meta – afferma l’associazione – e gli utenti devono avere la possibilità di decidere autonomamente quale strada prendere. Per tale motivo, i cartelli devono essere rimossi e modificati, inserendo la possibilità di raggiungere Linate via A4, al pari di quanto già indicato per la Brebemi”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ma Codacons e Legambiente fanno gli interessi di chi?
    Se proveniendo da Venezia esco a Bs ovest, prendo corda molle (anche se incompleta) e brebemi, arrivo a Linate in 45 minuti pagando €10,50 di pedaggio. Se continuo invece in A4 e Tg est arrivo in un’ora (se non c’è traffico, un’ora e mezzo altrimenti), pago €9,50 percorrendo circa 20 Km in più (2€ di carburante, no?).
    Mi chiedo, in quale dei due percorsi inquino di più? In quale sono più sicuro?
    Ultima domanda, ma perché queste due associazioni che vivono di contributi, si agitano tanto??

  2. E i campi che hanno distrutto per realizzare un’autostrada che ha dovuto rivedere al ribasso le previsioni di accessi giornalieri? Altro che chiedere la defiscalizzazione allo Stato dopo aver detto per anni che l’autostrada la pagavano i privati.

LEAVE A REPLY