Mistero sul tentato rapimento, scarcerate le due donne marocchine

17
Bsnews whatsapp

Scarcerazione immediata per l’una e arresti domiciliari per l’altra. E’ questa la decisione presa dal Gip del Tribunale di Brescia Enrico Ceravone, su accoglimento della richiesta del pm Lara Ghirardi, nei riguardi delle due donne marocchine arrestate sabato sera a Roccafranca con l’accusa di tentato rapimento di una bimba di un anno e mezzo.

Le due sono finite in carcere, A Verziano, dopo che i genitori della bambina hanno sporto denuncia raccontando che le due marocchine, di 50 e 33 anni, stavano portando via la piccola figlioletta. Le due, cugine tra loro, hanno invece raccontato al giudice che si è trattato di “un fraintendimento”. Entrambe sono regolari sul suolo italiano.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

17 COMMENTI

  1. Spesso i rapimenti come questi si rivelano malintesi. É come la bufala che le zingare rubano i bambini. Penso a cosa sarebbe ora se la folla avesse linciato le due.

  2. Bene.La giustizia ha trionfato…..Per cortesia, non scherziamo!!!Si sono "sbagliate",ma perchè una delle signore è ai domiciliari???Mister i della "legge" italiana.

  3. Questo lo dici tu che quando vedi un immigrato lo corri ad abbracciare tutto eccitato………tut ti i testimoni presenti confermano la versione della mamma, come la mettiamo? Tutti razzisti?

  4. Non c’é stato alcun tentativo di rapimento, ma un grossolano malinteso. Una delle due donne abita a Roccafranca, la conoscono tutti ed é una brava persona, dedita al lavoro, l’altra é sua cugina. Tutti la difendo a Roccafranca. Hanno passato tre notti in galera per nulla.

  5. eh già, è colpa della bambina che ha preso per la mano le marocchine, alla fine la metteranno giù così. Comunque brescia non è da sola: oggi a milano la folla ha fermato il solito scippatore immigrato e il giudice lo ha prontamente liberato in quanto "quasi incensurato"….

RISPONDI