Rifiuti, obiettivo arrivare al 65% di differenziata: si va verso la tariffa puntuale

0
Bsnews whatsapp

I rifiuti dividono i partiti politici: in vista della scelta su come migliorarne la raccolta sono chiare le posizioni delle forze politiche. La Lega punta sulla calotta, il Movimento 5 Stelle sul porta a porta, Brescia per  passione e la Civica Onofri promuovono un sistema misto, il Pd sta valutando, mentre Forza Italia è orientato ad una campagna di comunicazione che miri a sollecitare la differenziata.

Il discorso è comunque tornato attuale, con la commissione Ambiente riunitasi per discuterne. Dopo la presentazione del sistema a calotta di Aprica, è arrivato anche un progetto di introduzione del porta a porta in città, che ora verrà analizzato nei dettagli dai commissari e discusso in una prossima seduta che si terrà il 3 ottobre. L’idea è che si arrivi al16 ottobre con tutte le informazioni necessarie per poter comprare definitivamente i tre metodi – porta a porta, calotta e sistema misto – e scegliere quello più adatto anche da un punto di economico, oltre che ambientale.

L’obiettivo è quello di passare dal 38% di differenziata attuale al 65%, soglia prevista per legge entro il dicembre 2016 e di introdurre la cosiddetta tariffa puntuale, cioè più differenzi e meno paghi. Tariffa già utilizzata da Cogeme in Franciacorta, a Gardone Riviera e nei prossimi mesi a Bienno.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Cosa la facciamo a fare la differenziata se poi grazie al PD respireremo l’aria di tutta la spazzatura di napoli bruciata nel nostro inceneritore?

  2. "il PD sta valutando" cosa sta valutando? se dire a Renzi che è un cog**one e che a Brescia non ha senso fare la differenziata se poi arriva tutta la me**a da Napoli, o se dire ai Bresciani che tutta l’ecologia di cui il PD si riempie la bocca è solo uno spot elettorale. Valuta bene Del Bono!!

  3. Il resto è ciancia vuota di politici a servizio….ha sempre comandato A2A. A presto arriveranno altri profitti dall’aumento del bruciato ad 1 milione di tonnellate……sono soldi poffarbacco!!

  4. Speriamo che veramente Del Bono non voglia altri rifiuti da bruciare Speriamo !!! Che pensi anche alla sua salute e quella della sua famiglia se non gli interessa forse pensare alla nostra.!! Sono convinta che possa fare un'azione di forza ed eventualmente rimandarli indietro Sindaco Del Bono ci risponda!!! Seguiremo il caso con molta attenzione .Non vogliamo parole ma FATTI !!!!!!

RISPONDI