Tennis, Bocchi e Valerio vincono il “Vintage”

0

Un torneo che è come una macchina del tempo, per tornare a quando il tennis era gesti bianchi, racchette di legno, tocchi vellutati e più tattica che fisico. Il classico Trofeo Vintage, appuntamento settembrino ormai tradizionale al Forza e Costanza, ha visto il successo di Claudio Bocchi e Paolo Valerio, a segno in una finale molto lottata sul duo formato da Federico Mori e Mauro Cassani. Un 5-3 5-4 (si giocava con set corti al quattro e tie-break al posto del terzo parziale) che testimonia quanto entrambe le coppie ci tenessero a incamerare un successo divenuto in pochi anni tra i più ambiti della stagione del circolo bresciano. Sui campi in terra battuta della sede del Castello, cornice perfetta per questa manifestazione, si sono sfidate 16 coppie miste, con Nc e classificati uno a fianco all’altro, in modo da mantenere le partite il più possibile equilibrate. Un traguardo raggiunto, non solo per l’esito dell’ultimo atto, ma anche per le semifinali, entrambe concluse al tie-break decisivo, con Benevolo/Filippini e Fiaccavento/Beretta che hanno avuto la peggio per una manciata di punti.

“Abbiamo concluso nella giornata di sabato gli incontri dei gironi – spiega il tecnico nazionale Alberto Paris – mentre domenica si è giocato il tabellone conclusivo. Il bilancio è decisamente positivo, ancora migliore dello scorso anno: ci siamo divertiti ma senza per questo far mancare la qualità. Basti pensare che tanti giocatori tra coloro che hanno superato gli ‘anta’ giocano addirittura meglio con i telai in legno. Si vedono colpi che con i nuovi materiali sono quasi spariti”. Alcuni dei protagonisti si sono portati direttamente da casa la racchetta, per gli altri è giunto l’aiuto di un negozio che conserva una quindicina di telai di vecchia data, ben custoditi. Tra questi, al Forza e Costanza è arrivato anche un cimelio da collezione proveniente da un museo parigino. “Che però – sottolinea Paris – non è stato utilizzato ma soltanto esposto”. Nel tabellone di consolazione, vittoria per Giuseppe Bianchetti e Carlo Mainetti, costretti in precedenza a cedere nei quarti del main draw.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome