Il museo nell’era della tecnologia: a Brescia si fa il punto al Santa Giulia

0
Bsnews whatsapp

Occhiali multimediali che proiettano contenuti direttamente nella retina e trasformano il museo in una vera e propria macchina del tempo. Gli artisti del passato che "rivivono", per raccontare ai visitatori i dettagli e la storia delle proprie opere. Particolari di affreschi ormai persi nel tempo, che vengono "restaurati" digitalmente ed escono dalle pareti, ricostruiti in 3D, animandosi come cartoons. Esperti del linguaggio dei segni che spiegano i capolavori ai non udenti. Il museo è entrato in una quarta dimensione, grazie alla realtá aumentata indossabile.

Il futuro di questa nuova frontiera della fruizione culturale, che potrà avere forti impatti anche sulla promozione turistica, è l’argomento dell’evento di chiusura del Supernova Festival e l’ideale apertura della "Notte di Cultura". Ne discutono, tra loro e col pubblico, sabato 4 ottobre alle 18.30 nella white room del Museo di Santa Giulia, Giovanni Menegardo, responsabile mercato wearable technologies per Epson (che ha lanciato da pochi mesi gli smart glassess Moverio bt-200, presentati in anteprima) e Antonio Scuderi, amministratore delegato di ARtGlass e Capitale Cultura. Chairman dell’evento, Luigi Di Corato.

Si tratta di una rivoluzione ancora ai primi passi e con enormi potenzialità di sviluppo, che cambierà profondamente il nostro modo di vivere i luoghi della cultura. La prima esperienza completa di un museo "aumentato" con gli occhiali multimediali è stata lanciata a San Gimignano, nel marzo scorso, sugli straordinari affreschi della Pinacoteca Civica. Un progetto della Fondazione Musei Senesi, del Comune di San Gimignano e di Opera Laboratori Fiorentini/Gruppo Civita, con la collaborazione di ARtGlass, start up del Gruppo Capitale Cultura. Un progetto pilota, a cura di Luigi Di Corato, oggi direttore generale di Brescia Musei e già alla guida della Fondazione Musei Senesi, al quale stanno facendo seguito tanti altri, con l’Italia in pole position a livello internazionale, grazie al suo straordinario patrimonio storico e artistico e all’impulso dell’Expo 2015.

Anche quest’anno torna dunque la Notte di Cultura, organizzata dal Comune di Brescia in collaborazione con Fondazione Brescia Musei. Il programma dell’iniziativa, che si terrà sabato 4 ottobre dalle 18 alle 24, presenta numerosi eventi, che si susseguiranno per tutta la serata in città. Aperitivi culturali, visite guidate, apertura straordinaria di musei e gallerie, performance con reading e concerti, che hanno come filo conduttore il tema della letteratura. La Notte di Cultura dividerà la scena con altre due iniziative, organizzate in collaborazione con il Comune: “Supernova – Creative & Innovation Festival”, il nuovo festival della creatività e dell’innovazione, e “Librixia”, la nuova fiera del libro. Tre progetti che insieme, con forme e modalità differenti, sapranno sicuramente appagare gli interessi più diversi.

“Supernova – Creative Innovation Festival”, in programma a Brescia il 3 e 4 ottobre, ospita oltre 60 eventi, suddivisi in incontri tematici, laboratori digitali per adulti e bambini, workshop con i maker, performance artistiche, installazioni interattive e spazi espositivi per le aziende. Supernova è promosso e organizzato da Talent Garden Brescia, la prima community di innovatori del digitale in Italia in collaborazione con il Comune di Brescia.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI