Valcamonica, Beccalossi: dalla Regione 15 milioni in difesa del territorio

0

Negli ultimi tre anni Regione Lombardia ha destinato oltre 15 milioni di euro per decine di interventi di difesa del territorio in Valcamonica. Uno sforzo senza precedenti, che si rende necessario per proteggere i centri abitati e le attività produttive di questa parte importante della provincia bresciana". Lo ha detto l’assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo Viviana Beccalossi, durante l’incontro con i sindaci e i rappresentanti delle Istituzioni della Valle Camonica, questa mattina, in occasione della visita istituzionale del presidente Roberto Maroni. "La Regione – ha aggiunto Viviana Beccalossi – ha messo in campo tutte le risorse possibili, sia per la progettazione di opere di difesa e manutenzione in tutta la valle, sia per intervenire radicalmente per risolvere i gravi problemi causati nell’area di confluenza tra Oglio e Val Rabbia a Sonico". L’assessore ha ricordato che, proprio a Sonico, dove si stanno concentrando le attenzioni a seguito dell’alluvione del 2012, è stato inaugurato il nuovo ponte, dopo che per mesi la frazione di Rino era rimasta isolata. Inoltre, sono già stati completati i primi lavori sull’alveo del fiume; le altre opere, necessarie al completamento del progetto di messa in sicurezza, sono in fase avanzata di progettazione. "La sicurezza della Valle- ha proseguito Viviana Beccalossi – è stata al centro dell’Accordo di programma tra la Regione e il Ministero dell’Ambiente, grazie al quale abbiamo finanziato in Valcamonica, con 7 milioni di euro, 12 opere, di cui 11 già realizzate e una con lavori in corso. Tutti interventi localizzati per pulire gli alvei dei torrenti, realizzare strutture para valanghe, realizzare e mantenere in efficienza gli argini".

 

L’assessore ha inoltre evidenziato quelle che sono state le attività di prevenzione, come lo studio di sottobacino del fiume Oglio per l’individuazione delle necessità di intervento future e il recente stanziamento di 660.000 euro per lo studio dei sedimenti dell’Oglio sopralacuale, al fine di conoscere la dinamica degli stessi, onde poter predisporre dei piani di gestione e manutenzione del corso d’acqua. "Le politiche di difesa del suolo – conclude Viviana Beccalossi – sono tanto importanti quanto costose e la Regione sta compiendo uno sforzo straordinario anche in considerazione dei pesanti tagli di bilancio ai quali è sottoposta. La Valcamonica, a questo proposito, rappresenta un esempio di attenzione e di concretezza da parte della Giunta Maroni".

 

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY