Pallanuoto, la Leonessa inizia il campionato battendo la Lazio

0
Bsnews whatsapp

Pur lontana da una condizione ottimale, l’An Brescia parte col piede giusto nella stagione 2014/2015 di A1: a Mompiano, nella prima di campionato, il sette di Sandro Bovo s’impone con un netto 18 a 6 sulla Lazio Nuoto. Con ancora nelle braccia le tossine accumulate nell’allenamento di questa mattina (il carico di lavoro programmato da coach Bovo è ben di là dall’essere ultimato), Presciutti e compagni superano piuttosto agevolmente la formazione capitolina che ha provato a opporre una certa resistenza almeno fino alla fine del terzo tempo, salvo cedere di schianto nell’epilogo del match, complice l’espulsione definitiva per proteste, inflitta a capitan Vittorioso. In questo senso, sono eloquenti i parziali: 5-1, 4-2, 4-3, 5-0. In ogni caso, un po’ per la comprensibile emozione dovuta al debutto stagionale e molto per l’affaticamento dovuto ai pesanti allenamenti di questo periodo, nelle fasi iniziali i bresciani si sono espressi in maniera contratta, evidenziando, soprattutto in attacco, un’intesa di gioco che è ancora da affinare. Poi, dopo poco, azione dopo azione, gli automatismi sono migliorati e la tensione ha lasciato spazio ad una discreta lucidità – sette le reti su otto superiorità numeriche -, con anche giocate individuali (una palombella di Christian Presciutti, e i gol da boa di Napolitano e Bruni) che hanno deliziato il pubblico. Dunque, come si suol dire, buona la prima, anche, e soprattutto, considerando l’esordio assoluto in serie A1 del giovane portiere Stefano Bucci (classe ’97), che si è distinto per aver chiuso ermeticamente la porta bresciana, e l’utilizzo dell’altro classe ’97, Stefano Guerrato (che ha esordito in prima squadra l’anno scorso), finalizzatore di una controfuga. «Nonostante i ragazzi stiano ancora lavorando parecchio – commenta il tecnico biancazzurro, Bovo -, ci abbiamo messo poco a far andare il match in discesa; si son viste le qualità del gruppo e, nello stesso tempo, anche gli ampi margini di miglioramento, in particolare per quel che riguarda il reparto offensivo. La squadra ha grandi potenzialità, occorre impegnarsi a fondo per organizzarle bene, per fare in modo che si concretizzino nei momenti giusti. Altre note liete sono la positiva performance di Guerrato, giovane del vivaio che ha raggiunto un buon livello, e il debutto di Bucci che, come normale che sia, era molto emozionato, ma che non si è lasciato tradire dalla tensione, effettuando interventi di pregio e uscendo dall’acqua con zero gol al passivo. Mi ha fatto piacere vederlo in azione, anche lui ha margini enormi». «È stato un buon debutto – dichiara Deni Fiorentini -, all’inizio eravamo un po’ impacciati, non riuscivamo a imporre il nostro ritmo, poi, nel prosieguo del gioco, abbiamo trovato maggiore brillantezza e ci siamo espressi come sappiamo fare. Bene i due giovani, hanno dato un importante contributo».       

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI