Ipotesi esonero Iaconi, Corioni torna in campo: “Non ho né il potere né la volontà”

    0

    Presidente non lo è più. Proprietario ancora si. Ma le decisioni sul futuro del Brescia calcio, quelle non gli spettano più. Gino Corioni, con una nota ha risposto alle provocazioni lanciate dal Giornale di Brescia che in un articolo raccontava di un retroscena nel quale l’ex presidente avrebbe ragionato a lungo sulla posizione di mister Ivo Iaconi ponendolo fuori dai giochi in quanto riterrebbe che la squadra si sia pericolosamente involuta sul piano del gioco e della condizione.

    Posizione che Corioni ha categoricamente respinto con una nota: “Apprendo con sgomento da organi di stampa che il sottoscritto vorrebbe l’esonero dell’allenatore Ivo Iaconi – scrive – Ribadisco che non ho né il potere di farlo né altresì la volontà, ritenendo soddisfacente il lavoro finora svolto dall’allenatore e dai suoi collaboratori.”

    Posizione di fiducia che per altro ha ribadito lo stesso Ivo Iaconi in un’intervista su Bresciaoggi dove ha raccontato: “Con Corioni mi sento ogni settimana come se non fosse cambiato nulla”.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. la classica fantasia di alcuni giornalisti che devono riemopire le colonne e non sanno come fare. Comunque Gino mi manca e i risultati del Brescia mi danno ragione

    2. d’accordissimo con te Iris , Gino e’ un grande , in vent’anni e piu’ mai la squadra e’ scesa in Lega pro come fara’ quest’anno…. inoltre il Gino ci ha portato Hagi,Guardiola,Robi, e tanti tanti tantissimi altri. Adesso chi ha cacciato Gino deve nuotare nelle paludi profonde…e nuotare da solo…

    3. Ma cosa state dicendo… cosa vuol dire mi manca Gino? Vi manca uno che ha creato un buco enorme nelle casse di una società che ora è in fallimento? Vi manca uno che anzichè strutturare una società con gente competente per farla crescere e renderla autosufficiente ha posizionato i figli e i parenti nei posti chiave pagando stipendi d’oro? Vi manca uno che a gennaio andava a chiedere pietà alle squadre più blasonate per un prestito di qualche giocatore finito? Vi manca uno che ha scelto il suo collaboratore (Iaconi) che ha sulle spalle 3 anni di squalifica per calcioscommesse? Vi manca lo schifo di questi ultimi anni in cui anche i nani e le ballerine avevano compreso il suo gioco e nessuno più gli dava credito? VOGLIAMO GENTE ONESTA E SERIA. Hubner, Baggio e Guardiola sono il passato e non possono giustificare l’incapacità di gestire la società di calcio della nostra città, di soldi ne sono passati tantissimi, TV vendita giocatori e quant’altro e poi sono spariti. Ora piazza pulita, anche in serie C.

    4. Il Brescia da ormai 10 anni viaggia regolarmente nella mediocrità e nell’anonimato più totale per colpa di Corioni, e le sciagure (sportive) che stiamo vivendo e che vivremo nel futuro prossimo sono TUTTE di responsabilità di Corioni. Ma c’è chi lo rimpiange.

    5. essere ultimi in classifica in un campionato di B dove tutte le squadre sono scadenti come non lo sono mai state , nemmeno ai livelli di serie C di 10 anni fa si vedeva giocare cosi male e con giocatori veramente mediocri i quali dovrebbero cambiare mestiere e’ una tristezza per la gente comune che si guadagna il pane a malapena e per la gente che non ha un lavoro.

    LEAVE A REPLY