L’An Brescia si prepara alla difficile sfida col Napoli

0
Bsnews whatsapp

Già alla seconda di campionato, l’An Brescia è chiamata ad una sfida in uno dei campi, per tradizione, tra i più difficili della pallanuoto tricolore: sabato, alle 18, i ragazzi di Sandro Bovo saranno alla piscina Felice Scandone, ospiti della Canottieri Napoli. Oltre a dover fare i conti con una condizione non ottimale – la serie di duri allenamenti programmata dal tecnico Bovo, è ancora in pieno svolgimento -, e oltre a dover confrontarsi con un avversario di qualità, Presciutti e compagni dovranno tenere a bada la soggezione che può incutere un impianto storicamente ostile come, appunto, la Scandone di Napoli: nella stagione passata, proprio con la Canottieri, l’operazione è riuscita pienamente (più che eloquente la vittoria 5 a 21), ma, con Posillipo e Acquachiara, il cammino è stato tutt’altro che agevole (con i posillipini, due vittorie per 9 a 10 – la seconda nella semifinale dei playoff -, mentre, con la squadra di De Crescenzo, successo per 7 a 10). Al di là dei dati statistici, sabato, l’An dovrà raccogliere forze fisiche ed energie mentali per proseguire il percorso di crescita davanti a un avversario che, è facile intuire, sarà fortemente motivato: la formazione di Paolo Zizza ha esordito male a Savona (8 a 4, il risultato a favore della Rari) e farà di tutto per dare concretezza alle potenzialità di un gruppo giovane, con tanta voglia di emergere. Tanti gli atleti di spicco della formazione giallorossa, a partire dal giovane (classe ’95) Alessandro Velotto e il centroboa Fabio Baraldi, medaglie di bronzo con il Settebello agli europei di Budapest, al nazionale montenegrino, Darko Brguljan, con 71 reti, capocannoniere nella scorsa annata, dal capitano Fabrizio Buonocore, al mancino di belle speranze (classe ’97), Edoardo Campopiano.

 

Riguardo la formazione dell’An, rientreranno Daniele Giorgi, che ha scontato la squalifica rimediata nella finale scudetto, e Brando Dian, che si è ripreso dalla fastidiosa mononucleosi.

«Andiamo a Napoli – afferma l’attaccante del sette bresciano, Valerio Rizzo – per continuare a migliorare: anche se stiamo attraversando un periodo di notevole lavoro, dovremo lasciar perdere i segni della stanchezza per concentrarci sul gioco, dovremo solo pensare a mettercela tutta per fare bene. Senza dubbio non sarà facile, dobbiamo dimenticare la larga vittoria dell’anno scorso: arrivano dal debutto negativo di Savona e avranno tutte le intenzioni di riscattare la falsa partenza. In ogni caso, daremo il massimo per imporre il nostro ritmo, le nostre qualità».     

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI