Maltrattamenti nella comunità di recupero Shalom a Palazzolo: 43 indagati

0

Maltrattamenti, percosse, punizioni, privazioni prolungate, umiliazioni: queste alcune delle accuse mosse dalla Procura di Brescia al personale della comunità di recupero Shalom di Palazzolo.

L’indagine ha preso il via oltre un anno fa, dopo le prime segnalazioni da parte di alcune famiglie che avevano dato in affidamento loro figli alla struttura. In totale ora le parti offese hanno raggiunto il numero di 36, mentre le persone a vario titolo indagate, per sequestro, maltrattamenti e lesioni, sono addirittura 43, a partire da suor Rosa Ravasio, responsabile della comunità.

Nella comunità vengono ospitate persone affette da varie tipologie di problemi, a cominciare dalle dipendenze di stupefacenti e alcol fino alla depressione, passando per irrequitezza o disturbi dell’alimentazione. Alcuni degli ospiti che hanno denunciato le violenze hanno raccontato di essere stati sottoposti a punizioni corporali durissime, di essere stati rinchiusi per settimane senza poter vedere i figli, o essere stati costretti a mangiare solo pane e formaggio per mesi. Altri invece hanno raccontato di umiliazioni subite senza motivo, come l’essere legati su una carriola e trasportati nel cortile della comunità, in pieno inverno, oppure l’essere costretti a mangiare dieci panini con la marmellata prima di cena, o ancora a rimanere in piedi tutta notte saltellando sul posto.

Le indagini condotte dai carabinieri sono state coordinate dai pm Leonardo Lesti e Francesco Piantoni.
(a.c.)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. perchè questa comunità ha salvato la vita a centinaia di persone, è stata monitorata da università!!! secondo lei è vera la parola di 36 ragazzi (su 350 che sono all’interno e tanti altri usciti sia terminando il cammino che non nell’arco di 27 anni)??? Forse bisogna vivere quella realtà e vederla prima di giudicare senza motivo e aprire la bocca a vanvera!!!

  2. Allora, io per quanto riguarda i maltrattamenti non posso giudicare perchè so solo quello che hanno scritto i giornali e basta…. ma conosco questo posto, e quando una persona a me cara ha avuto bisogno di aiuto, non ne ha ricevuto per nulla da questa comunità, sentendosi anche dire cose "assurde", a me non importa perchè questa persona ne è uscita grazie a ME e all’amore della sua famiglia; sicuramente tanti ragazzi andando li si sono salvati la vita…. ma io che sono stata li un POMERIGGIO INTERO, perchè ci hanno fatto attendere tutto il pomeriggio per fare due parole e essere trattati come chi ha la peste…. direi che qualcosa già hai tempi non quadrava. Poi chi non è mai stato nel giro della droga comunque … Non può capire !

  3. Perché un mio famigliare é stato in questa comunità, ha terminato il cammino, molto spesso sono andata in quel luogo!!! Guardate il volto dei ragazzi, vi sembra gente maltrattata??? Sicuramente ci sono molte fatiche, e anche la suora per tenete a bada 350 ragazzi deve avere determinate modalità e suscitare rispetto!!

  4. Sono un ragazzo che dopo quasi otto anni di cammino comunitario sono uscito dalla comunità terminandola!! anche io, come tutti i ragazzi all\\\’interno, per i primi anni volevo tornare a casa, ogni incontro che facevo con i miei famigliari era un\\\’occasione per chiedere loro di portarmi a casa. Fortunatamente la Suora non mi ha mai lasciato andare, in comune accordo con la mia famiglia. E di questo la ringrazio!!! Quando sei lì dentro pensi sempre che dopo un paio di anni la comunità ti sia servita, invece è solo dopo un paio di anni che inizi a ricostruirti. Nonostante fossi sempre aramto di buone intenzioni (non ricadrò, non toccherò mai più droga) due o tre anni sono pochi, e solo adesso che ho finito mi sono reso conto che questi anni mi sono serviti tutti dal primo all\\\’ultimo!!! La suora cerca di tenerti lì dentro xkè sa che la vita di fuori è dura, soprattutto per persone che hanno avuto problemi, e quindi ci prova in tutti i modi (non quelli descritti dai giornali di certo) a tenerti in comunità, ma nel momento in cui la famiglia rivuole il ragzzo a casa lei ti lascia andare!!! io devo solo ringraziarla di quello che ha fatto con me!!!

LEAVE A REPLY