Prostituzione in pieno giorno in centro città: la denuncia corre su Facebook

26
Bsnews whatsapp

(e.b) Da un post-denuncia pubblicato da Marco Stellini sulla pagina Facebook “Brescia che non vorrei” e seguito da tanto di fotografia scattata dallo stesso, il mondo dei social torna ad indignarsi per la presenza di prostitute che lavorano in pieno giorno tra le vie del centro di Brescia, in corso Garibaldi per l’esattezza. “Sono due delle 5 che lavorano dalle 14 di tutti i giorni in corso Garibaldi (questa è stata scattata alle ore 17,30), zona ex cinema Super – si legge – A partire da 5 euro servizio in una camera nella casa già dichiarata inagibile mesi fa… non penso che riqualifichi la zona l’essere abbordati per simili proposte”.

Dopo una serie di commenti di indignazione che richiamavano il sindaco alle sue responsabilità di responsabile della Polizia Locale e come tale ad un intervento mirato a risolvere la situazione, è un altro utente a cercare di smorzare i toni: “Quello che possono fare (gli agenti della Locale, ndr) è controllare i documenti a queste persone o intervenire sui clienti o nelle abitazioni dove avvengono gli incontri fino al sequestro dello stesso”, spiega.

A quel punto è il sindaco stesso, Emilio Del Bono, a prendere la parola per sottolineare: Cosa che facciamo. Segnalero’ (la situazione, ndr). Poi si rivolge direttamente a chi ha sollevato la questione: “Spero che Stellini depositi regolare denuncia essendo informato dei fatti”.

Lui, Stellini, non si lascia sfuggire l’occasione di replicare: “Le denunce e segnalazioni sono già state fatte da mesi sia dai cittadini che dai commercianti sia ai vigili sia ai carabinieri tanto è vero che si è provveduto a rendere inagibile la casa, con tanto di articoli sul giornale – sottolineando però che – la casa è rimasta aperta… e sicuramente questo lascia un lato oscuro su alcuni uffici comunali. Teniamo presente – si rivolge direttamente al sindaco – che la prima ordinanza di inagibilità è stata fatta dal sindaco Corsini nell’ambito del progetto Carmine e che il proprietario ha solo messo toppe all’edificio”. A quel punto al primo cittadino non resta che concludere con un: “Verifico e come sempre non sarò indulgente”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

26 COMMENTI

  1. Che male fanno le prostitute con la loro presenza se non compiono cocreti comportamenti a danno della collettività? Basta con questa assurda "Meretriciofobia".

  2. Prostitute in corso Garibaldi, viados in Via Milano, prostitute all’Esselunga e lungo il cimitero, provate anche con foto su facebook! Ma il Sindaco fa finta che non ci siano!!!!!

  3. riportiamole in vicolo Borgondio dove ci sono sempre state. Fa ridere che la denuncia non nasce per evidenziare lo stato di sfruttamento, speso di schivitù di queste povere donne, ma perchè squalifica la zona. Quindi compito dei vigili sarebbe almeno di spostarle un po’ più in là, in vicolo Borgondio appunto.

  4. cattocumunisti i primi puttanieri che cantano sono quelli che han fatto l’uovo……. mi pare la solita crociata dei benpensanti…a puttane ci sono stati i padri , i nonni , i bisnonni , i trisnonni…..questa è come quell di vietare il saluto fasciscta , quello comunista no …e perchè ? due regimi sono e due regimi restano !

  5. Ti spiego una cosa…la dittatura comunista in Italia non c’è mai stata, per questo il saluto comunista non è reato. Cosa c’entrano i cattocomunisti? Mi verrebbe da dire che i primi a fare l’uovo sono quelli di destra che si riempiono la bocca di parole come famiglia tradizionale…non ti ha insegnato niente il vecchio premier di Arcore?

  6. il saluto "fascista" non esiste, si chiama saluto romano perché era diffuso ai tempi imperiali e repubblicani. è inviso ai più perché ricorda una brutta pagina del passato italiano e ancor più europeo. il saluto a pugno chiuso, invece, ci ricorda una bruttissima pagina del passato, ma anche presente (e speriamo non futura) A LIVELLO MONDIALE, perché dove c’è comunismo è noto che ci sono fame, povertà e guerra. il comunismo in ogni forma è esattamente identico a fascismo e nazismo. solo che gli pseudo-comunisti questa semplice equazione non la gradiscono… e sguazzano felici nella democrazia, nella libertà di opinione e nel consumismo, cose assolutamente demonizzate dal comunismo (quello vero, non quello del PCI o SEL…).

  7. perchè mostrare il pugno si può ? regime forse ancor peggio del nazifascismo……in fatti negli ex paesi dove esisteva il vero comunismo, russia, albania , romania etc etc , la destra avanza al galoppo …in italia no, unico paese al mondo dove ancora sventolano le bandiere con la falce e il martello……ma tutti con il portafoglio ben a destra !!!!

  8. perché te lo impone la Costituzione (DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI – art. XII).
    e poi, perché nasconderti? ognuno è responsabile delle proprie azioni e delle proprie idee. fai solo parte dello schieramento che ha perso la guerra… quindi cattivo, cattivo e ancora cattivo. gli altri, i buoni, hanno vinto, e chi vince fa le regole, tutto qui. che poi la Storia rimetta tutto in discussione, questo è un altro paio di maniche…

  9. che un comunista tiri in ballo la fogna della storia, poi… con tutti gli esempi che si trova davanti sul suo personalissimo fallimento, ideologico, sociale e morale. capisco che bruci, ma suvvia, un po’ di coerenza… nelle fogne i fascisti ma anche i comunisti… tutti, e senza tante storie, giù, giù!

  10. ma ora la prostituzione ha cambiato faccia……non vi sono più le signorine come una volta in via xx settembre ad esempio, ora si celano dietro finte passeggere alle fermate dei bus, oppure ferme a guardare le vetrine di qualche negozio, oppure sedute al bar , quato di giorno …..e che fai , mandi le ss a fare le retate ???? di notte ormai è rischioso per loro e lo sanno benissimo ….restano le prataiole, quelle incallite che delle espulsioni se ne sbattono . x i benpensanti poi la questione delle cosidette schiave da marciapiede…anche quì vi è da fare un distinguo…..la maggiorparte non ha più alcun pappone alle spalle, lo fanno liberamente , magari per un periodo e poi spariscono e tornano a casa loro. quindi smettiamola di dire che dietro c’è la malavita, dietro ci sono solo i soldi facili , piuttosto che fare la cameriera x 4 soldi , per chi lo desidera , meglio fare la zoccola sei mesi !

  11. non per niente vi sono migliaia di annunci sul web….la protituzione esisterà sempre .
    siamo arretrati rispetto ad altri paesi, dove le zoccole sono tassate , ditelo a renzi che cerca soldi dappertutto .

  12. La pensione è nata ai primi del 900, molto prima del fascismo, Mussolini ampliò e migliorò il sistema pensionistico, ma non ideò proprio niente di tutto ciò…in compenso fece tanta di quella propaganda che ancora oggi ci sono persone che credono che l’abbia inventata lui.

  13. quella che dici tu essere nata ai primi del 900 ( errato , era il 1898 ) era solo VOLONTARIA
    integrata da un contributo di incoraggiamento dello Stato e dal contributo, anch’esso libero, degli imprenditori. Solo nel 1919 si compie il primo passo verso un sistema che intende proteggere il lavoratore da tutti gli eventi che possono intaccare il reddito individuale e familiare: l’assicurazione per l’invalidità e la vecchiaia diventa obbligatoria e interessava 12 milioni di lavoratori di allora . nel 1939 sono istituite le assicurazioni contro la disoccupazione, la tubercolosi e per gli assegni familiari; vengono introdotte le integrazioni salariali per i lavoratori sospesi o ad orario ridotto; il limite di età per il conseguimento della pensione di vecchiaia è stabilito a 60 anni per gli uomini e a 55 per le donne; viene istituita la pensione di reversibilità a favore dei superstiti dell’assicurato e del pensionato.
    quindi mprima di dire inesattezza , INFORMATI E SE PRENDI QUELLA CHE OGGI è LA VERA PENSIONE , BENE O MALE DEVI RINGRAZIARE LUI !

  14. …..dimenticavo dirti ….QUALUNQISMO IGNORANTE PARLI PER SENTITO DIRE…LEGGI I LIBRI INVECE CHE LA GAZZETTA DELLO SPORT…GNURANT !

  15. e dove sta la notizia ? dai tempi del famoso vicolo borgondio con le ecie sulla scagna ( ormai credo defunte visto che già negli anni d’ oro 70-80 avevano mediamente 65 anni ) , di baldre in centro ce ne sono sempre state a colorire le vie .

RISPONDI