Riscaldamento, dal 15 ottobre sarà possibile accendere gli impianti

0

Nonostante il tempo resti ballerino, alternando cali di temperature a improvvise tornate di caldo, da mercoledì 15 ottobre sarà possibile accendere gli impianti di riscaldamento. Lo ha annunciato A2A in una nota dove viene anche specificato che dal 2014 sono entrate in vigore norme nuove disposte dalla Regione Lombardia che disciplinano i requisiti degli impianti termici, al fine di garantire maggior sicurezza e minori emissioni. Per saperne di più si può visitare il sito della Regione Lombardia, nella sezione Curit.it.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. A proposito di teleriscaldamento …..650.000.000 produzione kwh annui prodotti dall’inceneritore . CO2 emessa 672 g /kwh dichiarati 2011 da A2A. Moltiplicando risultano 436.800 tonn di co2 emessa. Il dato fa sì, in ogni caso che Brescia, pur con il teleriscaldamento ha uno svantaggio di emissione, considerando a parte le emissioni parallele di diossine ed altri inquinanti ambientali: Conclusione politica: Brescia non ha nulla da guadagnare dall’inceneritore ( come aver annullato, per danaro che va in gran parte alla finanza, una cosa in sé positiva) . Se poi il conferito passa ad un 1.000.000 di tonn la situazione del nostro cielo non potrà che peggiorare ulteriormente.650.00 0.000 produzione kwh annui prodotti dall’inceneritore . CO2 emessa 672 g /kwh dichiarati 2011 da A2A. Moltiplicando risultano 436.800 tonn di co2 emessa. Il dato fa sì, in ogni caso che Brescia, pur con il teleriscaldamento ha uno svantaggio di emissione, considerando a parte le emissioni parallele di diossine ed altri inquinanti ambientali: Conclusione politica: Brescia non ha nulla da guadagnare dall’inceneritore ( come aver annullato, per danaro che va in gran parte alla finanza, una cosa in sé positiva) . Se poi il conferito passa ad un 1.000.000 di tonn la situazione del nostro cielo non potrà che peggiorare ulteriormente.

LEAVE A REPLY