Migliora la situazione nei terreni di Castel Mella

0

Notizie decisamente positive quelle che arrivano a seguito dei campionamenti dell’Asl di Brescia nei terreni di Castel Mella. L’indagine sul suolo e sulle coltivazioni effettuata dai tecnici dell’Istituto Zooprofilattico tra inizio agosto e fine settembre ha fatto riscontrare valori di Pcdd (policloro-dibenzo-paradiossine) al di sotto della soglia di pericolosità, fissata dall’Unione Europea in 0,5 nanogrammi per ogni chilogrammo di prodotto.

Sebbene sia presto per annunciare un prossimo stop al divieto di coltivare e allevare animali all’aria aperta (sia a scopo lavorativo, per la commercializzazione, che a livello personale), si tratta certamente di uno spiraglio positivo per la popolazione. Dove ci potrebbe essere a breve una svolta invece è nella coltivazione del trinciato del mais: secondo quanto riportato sulle colonne di Bresciaoggi in edicola stamane i tecnici potrebbero consentire una deroga per far sì che gli agricoltori possano presto tornare a coltivarlo e non siano costretti ad acquistarlo da terzi.
(a.c.)

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome