Una borsa per sostenere le donne dell’Africa

    0
    Bsnews whatsapp

    Kickstarter, letteralmente “calcio d’inizio”. E’ grazie a questa piattaforma web che un gruppo di giovani, provenienti da tutto il mondo, sta portando avanti un progetto davvero interessante. Oltre a Katie, dall’America, e Margaret, dalla Polonia, c’è Daniele, giovane studente universitario di Ospitaletto, Brescia. “Ciò che ci accomuna è un’esperienza unica: un anno di volontariato internazionale ad Aru, piccolo villaggio immerso nel verde della Repubblica Democratica del Congo. Quando sono partito avevo 20 anni, una voglia enorme di conoscere il mondo e il desiderio di fare qualcosa di utile per questo mondo”.

    Ed è proprio grazie a loro che, da poche settimane, è nato il progetto Totonga Bomoi – Build our future. Il progetto intende sostenere la produzione sartoriale artigianale di una cooperativa di donne del luogo, che realizza le Bomoi Bags, borse e cravatte uniche, colorate e bellissime.

    Alla base del progetto c’è l’idea che la produzione locale di prodotti d’artigianato tipici del continente nero possa fornire alle donne africane una vita più dignitosa, piena di speranza, basata sul lavoro, senza allontanarsi dalle proprie famiglie ma al contrario arricchendo l’intera comunità.
    Ancora oggi, infatti, la Repubblica Democratica del Congo è caratterizzata da altissimi livelli di analfabetismo, scarsa sanità, malattie e conflitti civili intermittenti.

    Dare il proprio contributo è semplice: basta andare sul sito www.kickstarter.com e offrire un piccolo contributo a sostegno del progetto Totonga Bomoi – Build our future. Per ogni livello di offerta, la cooperativa mette a disposizione un piccolo omaggio, per ricordare ad ognuno quanto ogni piccola donazione sia per loro fondamentale.

    “Con il vostro aiuto, vorrei costruire una piccolo laboratorio di sartoria nel quale potrò lavorare per aiutare la mia famiglia” ci racconta Francine Kandaru, giovane ragazza congolese appartenente alla cooperativa.

    “Grazie ai profitti ottenuti finora dalla vendita delle Bomoi Bags, ho risparmiato e sono riuscita a comperare un pezzettino di terra per poter costruire una capanna per la mia famiglia” afferma Marie Aroyo.

    Se il progetto troverà adesioni, il positivo impatto economico e sociale della cooperativa potrà portare alla creazione di nuove cooperative di artigiani in tutta la regione. La raccolta fondi durerà per tutto il mese di ottobre; da novembre sarà inoltre attivo un negozio on line in cui ognuno potrà acquistare la sua Bomoi Bags.

    La cooperativa è disponibile anche per raccogliere grandi ordini da parte di negozianti che vorranno sostenere l’iniziativa. Attraverso questo progetto ognuno di noi può fare la differenza. Davvero.

    Per maggiori informazioni: 338-9667085 oppure torri.dani@gmail.com

    Per saperne di più sulla cooperativa artigiana congolese: www.africanartisans.org

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    RISPONDI