Aggressioni sui bus: scatta l’ipotesi delle guardie giurate a bordo

12
Bsnews whatsapp

I vertici di Brescia Mobilità e della Prefettura si sono incontrati questa mattina per definire una strategia per fermare le continue aggressioni subite nelle ultime settimane dai controllori sugli autobus cittadini, ultimo quello di ieri.

L’idea sarebbe quella di mettere delle guardie giurate a bordo dei bus. Non si sa ancora con quali modalità potrebbero entrare in servizio , ma il tutto verrebbe finanziato da Brescia Mobilità. Il presidente della società, Valerio Prignachi, ha specificato però che le guardie giurate non affiancheranno i controllori.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

12 COMMENTI

  1. mi sembra un’ottima idea per continuare a far spendere soldi ai contribuenti. Non è possibile che sia solo un fenomeno che sta facendo "moda" ion questi mesi e che si esaurirà così come è iniziato?

  2. Tutte spese necessarie nella nostra bella società multirazziale….non facciamo prima a fare un bel decreto legge per consentire ai fratelli migranti di viaggiare gratis? tanto lo fanno comunque….

  3. A partire dal 1° gennaio 2013 Tallinn, in Estonia, è divenuta la prima capitale europea con trasporti pubblici gratuiti per tutti i suoi residenti. I risultati raggiunti fino a questo momento sono decisamente incoraggianti. Le autorità di Tallinn ritengono che i piani di trasporto pubblico gratuito, se attuati correttamente, possano incoraggiare i cittadini a preferire autobus e tram alle automobili, contribuendo così a ridurre gli ingorghi e le emissioni legate al traffico, nonché a favorire lo sviluppo economico.

  4. ahahahaha e infatti il coccolaimmigrati ti ha già preso in parola e propone gli autobus gratuiti: IMMIGRATIS! Siamo il bengodi e non lo sapevamo….

  5. Ho letto ciò che hai scritto a proposito di Tallin…parli di residenti, ma a Brescia come potremmo fare ? Ttt gli immiGRATIS CLANDESTINI dei quali parliamo nn hanno residenza, x l'anagrafe nn esistono, ma a Brescia ne esistono ormai troppi ! Nn credi anche tu che nn sia più tollerabile avere ttt quei CLANDESTINI che girano impunemente in città ??!! Abitano in subaffitto nelle case dei loro connazionali che spesso nn pagano il canone da tempo, ma ecco che DIRITTI X LORO arriva in soccorso insieme a qualche prete che dimentica i suoi confratelli trucidati in un vicino o lontano Paese musulmano !!! Che gente senza memoria, senza amor patrio, senza dignità nazionale, senza ttt ciò che x me è molto importante. Ma il coccolaimmiGRATIS soprattutto CLANDESTINI è troppo di moda !!! Povera Brescia, poveri Bresciani , POVERI NOI TTT !!!

  6. ESEMPI DI TRASPORTI A TARIFFA ZERO –
    – Whidbey Island e Camano Island, Washington – dal 1987
    – Chapel Hill (Carolina del Nord)
    – Vail, Colorado – più di 20 ore di servizio al giorno in inverno
    – Logan (Utah) e Cache Valley – Logan dal 1992 e Cache Valley dal 2000
    – Clemson, South Carolina
    – Commerce, California
    – Châteauroux, Francia
    – Compiègne, Francia; bus gratuiti dagli anni ’90
    – Hasselt, Belgio – bus gratuiti dal 1º luglio 1997 (dopo aver incrementato drasticamente il servizio) che ha reso l’investimento in strade e parcheggi non necessario
    – Lübben, Germania – influenzata da Hasselt
    – Mariehamn, Finlandia – oltre ai bus gratuiti persone e biciclette viaggiano gratuitamente sui traghetti dell’arcipelago (si paga per moto, automobili, caravans e altri veicoli)
    – Nova Gorica, Slovenia – dall’Aprile del 2006.
    – Türi, Estonia
    – Vitré, Francia – dalla primavera del 2001.
    – Övertorneå, Svezia – 70 km di corse libere nei bus locali in questa comunità rurale

  7. Portiamo le armi sui mezzi pubblici e Brescia verrà ricordata per un’altra strage. Le aggressioni ai controllori? "ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria", sapevate che i controllori prendono una percentuale sulle sanzioni (7€ e spicci)? Sarà mica una corsa all’oro per questi? Con il fine che giustifica il mezzo. Basta chiacchiere da bar.., pensate gente.. pensate! Il trasporto pubblico gratuito è segno di civiltà. E poi mi domando che differenza corre tra un "portoghese" ed un politicante che magna a sbafo a dx e sx , o un imprenditore che evade l’IRPEF, che assume un clandestino in nero o un commerciante che trattiene l’IVA.. Ricordiamoci che il biglietto costa 1,20€ e di oriundi italo-portoghesi ce ne sono tanti.

  8. mettere i girelli o qualcosa di simile sulla porta di entrata del bus , che si apre solo se sei in possesso del biglietto a lettura come fanno per gli skilift…fine del problema ! chi ha biglietto valido sale , chi non lo ha resta a terra .

RISPONDI