Palazzolo: alla scuola elementare corsi di arabo per 120 ragazzi

23

E’ iniziato il 19 ottobre scorso il primo corso di arabo per centoventi ragazzi nati e cresciuti in Italia, che sanno parlare solo in italiano. Si tratta per la maggior parte di giovani dai 7 i 14 anni di origine magrebina che, grazie al corso, potranno imparare la lingua madre dei loro genitori, o di uno solo di essi. L’iniziativa è stata organizzata dall’associazione Aikram di Palazzolo sull’Oglio e i corsi, che si svolgono durante la domenica e ai quali possono iscriversi anche gli adulti, si terranno negli spazi “offerti” dalla scuola elementare del paese di via Attiraglio.

I bambini, che aggiungeranno un giorno di scuola a quelli ordinari, potranno spezzare la fatica con una dolce merenda a tema arabo: the e dolcetti al miele.

Comments

comments

23 COMMENTS

  1. Luce, acqua, riscaldamento, pulizia locali e bagni a spese di chi ?? Qualcuno risponda x favore. Tra un po' qste iniziative avverranno nel tempo ordinario di scuola x ttt gli alunni …le bambine metteranno il velo, i bambini controlleranno che le femmine parlino solo tra loro o con l'insegnante , rigorosamente femmina e, pure lei velata, se vorrà lavorare !!! MEDITATE GENTE…MEDITATE !!!!

  2. Dovrebbero insegnarlo anche durante l’orario regolare delle lezioni, anche il cinese, il russo. Il mondo é piccolo ormai e bisogna saper parlare le lingue estere.

  3. Ma scusate , sempre ,dico sempre quando un bambino vive in Italia ed i genitori parlano lingue straniere ,imparano in casa da questi la seconda lingua.Xche si deve fare un corso in arabo??? Mio marito e' francese , bene facciamo un corso di francese !!La mia amica viene dalla b avaria , facciamo corso di tedesco……. Ah!! Ah!!!!….. Forse xche l'arabo si vuole diventi la seconda lingua in Italia?????? Non penso che questi bambini parlino correttamente l'italiano !!!! Condizionali, congiuntivi sono usati nel loro lessico normale???? Xche l'italiano si può parlare anche usando gli indicativi ma non è' certo un buon italiano !!!! Ed allora insegniamo bene la nostra lingua .L'arabo lasciamolo insegnare nei paesi arabi!!!!!!

  4. Sindaco Zanni !!!! E dire che l'ho votata!!!! E no ,e no, l'arabo ???? Ma come vi è saltato in mente ???? Forse xche spera in futuri elettori ???? Ma ne perderà anche tanti !!!!! Diamo importanza all'italiano che sicuramente questi bambini non lo parleranno correttamente !!!

  5. Quando si vota pd o non si va a votare permettendo che il pd vinca a mani basse bisognerebbe sapere come va a finire: tappeto rosso agli immigrati.

  6. Nn ho votato LEGA, ma la prox volta nn ci sarà alternativa : LEGA. LEGA. LEGA. LEGA. LEGA. LEGA. LEGA. …..avete capito ? Io ci ho pensato seriamente e, credetemi, compatrioti Italiani, è la nostra unica zattera di salvataggio. Per noi nn c'è mare nostrum, quello è solo x loro , x noi c'è solo la LEGA che , unica , ha capito il grande pericolo dei CLANDESTINI !!!! LEGA. LEGA. LEGA. …

  7. demagogia totale . il governo della lombardia si regge grazie ai voti di quelli di mare nostrum ncd alfano e amici che sono anche in giunta per giunta !!!!!!!
    …….

  8. mi vergogno di questa italia e di essere italiano in una nazione che di italiano ha solo i ladroni politici che ci affamano…..a quando l’obbligo per le nostre donne di mettere il chador ????
    meglio andare in montagna come i nostri nonni a fare i partigiani pe un italia libera e italiana !!!!
    italiani brava gente ….si , vedremo tra poco cosa faranno gli italiani brava gente ……

    co
    io

  9. Sinceramente non capisco il problema, non capisto se ci sia un problema. Questi ragazzie ragazze vanno a scuola durante la settimana e la domenica, per diletto vanno scuola di arabo. Dov’è lo scandalo? Lo scandalo è che imparino una lingua straniera in più, parlata da circa 230 milioni di persone nel mondo? Lo scandalo è che non si insegnino ancche (cito dai commenti) la lingua ucraina, il cinese, francese, tedesco, ecc.? Lo scandalo è che la scuola venga concessa a titolo gratuito a questa associazione? Vi do un consiglio, organizzate voi un corso scritto e parlato di dialetto bresciano (così riprendiamo padronanza delle nostre radici) e chiedete l’uso gratuito della scuola, sono promto a scommettere che il comune di Palazzolo aiuterà anche voi. Certo per fare qualche cosa, per costruire qualcosa, bisogna uscire di casa, staccarsi dal pc, smetterla di blaterare e cominciare ad impegnarsi di prima persona impegnando testa, mani, braccia, tempo e soldi. Buon lavoro.
    Concordo con quanto scritto sotto "I razzisti sono per l’ignoranza. Anche gli ignoranti sono per il razzismo."

  10. Ecco l’integrazione quando comanda il pd: noi a 90′ e gli altri fanno come se fosse casa loro. Pagate la tasi che magari in futuro gli costruiremo la scuola tutta per loro…..

  11. Improbabile che l’amministrazione comunale pro-tempore sia d’accordo con Lei (lasciar organizzare corsi di lingua bresciana): la prima cosa che hanno fatto appena insediati è stata quella di rimuovere i cartelli stradali con scritte in bresciano. Pertanto….

  12. È paradossale che si insegni l’arabo a figli di immigrati che è lecito supporre lo parlano in casa. Ma crederemo alla favoletta che questi bambini "sanno parlare solo italiano". La sensazione è che la comunità araba sia la solita che come sempre, dappertutto vuole mantenere ferrea la sua identità per essere la solita enclave impermeabile all’Occidente. Il termine "Londonistan", le esperienze disastrose di Francia e Gran Bretagna dicono tutto. Non sia mai che qualche bambino possa occidentalizzarsi troppo. Ma va bene, abbiamo anche letto le solite sprovvedute amenità dei nostri buonisti, "la libertà", il "non siamo razzisti", le solite cose. E certo a scuola la domenica non ci va nessuno. Ma il Comune di Palazzolo dovrà chiarire: CHI PAGA? Lo spazio è "offerto". Ma CHI PAGA??? Le spese che comunque ci sono? Luce, energia elettrica, riscaldamento, materiali didattici etc. Tutto offerto dal Comune di Palazzolo – e sarebbe grave – o pagano le ricche fondazioni waabite dell’Arabia Saudita o del Qatar che da decenni in tutt’Europa sovvenzionano per ovvi motivi queste associazioni culturali arabe?

  13. Ma perché tutti questi orgogliosi difensori della padanità non organizzano un corso di dialetto? Invece di lamentarsi di chi vuole comunque imparare e studiare qualcosa, FATE!

  14. Spiace leggere tutta questa diffidenza, verso una lingua parlata da centinaia di milioni di persone. Da quello che mi risulta, invece, si organizzano, eccome, corsi presso le biblioteche disseminate in tutta la provincia, e di altre lingue oltre italiano e arabo.
    Una lingua in più è meglio di una lingua in meno.
    le tasse le pago anche io, e mi fa piacere se il comune dovesse organizzare un corso di cinese: non è escluso che ci vada.
    E basta con ‘sta storia trita e ritrita del velo. Siete un po’ monotoni.Anche la mamma di Gesù(che noi consideriamo un profeta)aveva il velo. Il velo NON è un segno di sottomissione al marito, bensì di sottomissione a Dio, inteso come pudore e modestia nel comportamento.
    Voi che denigrate quelle come me, guardate dentro la vostra casa!! Le vs mogli e figlie fanno la gara ad accorciare la gonna e mostrare il davanzale: pensate che per strada , a scuola, al lavoro, verranno rispettate?

    Piuttosto…..me ttete alla prova la vs intelligenza e venite al corso di arabo: le porte sono aperte per tutti, senza distinzione di razza, religione, sesso, età.

  15. Spiace leggere tutta questa diffidenza, verso una lingua parlata da centinaia di milioni di persone. Da quello che mi risulta, invece, si organizzano, eccome, corsi presso le biblioteche disseminate in tutta la provincia, e di altre lingue oltre italiano e arabo.
    Una lingua in più è meglio di una lingua in meno.
    le tasse le pago anche io, e mi fa piacere se il comune dovesse organizzare un corso di cinese: non è escluso che ci vada.
    E basta con ‘sta storia trita e ritrita del velo. Siete un po’ monotoni.Anche la mamma di Gesù(che noi consideriamo un profeta)aveva il velo. Il velo NON è un segno di sottomissione al marito, bensì di sottomissione a Dio, inteso come pudore e modestia nel comportamento.
    Voi che denigrate quelle come me, guardate dentro la vostra casa!! Le vs mogli e figlie fanno la gara ad accorciare la gonna e mostrare il davanzale: pensate che per strada , a scuola, al lavoro, verranno rispettate?

    Piuttosto…..me ttete alla prova la vs intelligenza e venite al corso di arabo: le porte sono aperte per tutti, senza distinzione di razza, religione, sesso, età.

LEAVE A REPLY