Consigli di quartiere: la Lega non presenta candidati e invita a disertare le urne

0
Bsnews whatsapp

Consigli di quartiere? No, grazie. La Lega Nord, come prevedibile visto il percorso seguito fino ad ora, tramite il segretario cittadino Matteo Rinaldi annuncia che non presenterà alcun candidato alle prossime elezioni per i Consigli di quartiere, in programma domenica 14 dicembre. Non solo: il Carroccio invita apertamente a disertare le urne, e non abbandona l’idea del ricorso al Tar contro le presunte irregolarità delle norme stabilite per le votazioni.

Mentre prosegue la raccolta firme (ne servono diecimila) per chiedere un referendum consultivo sulla delibera di Giunta che ha istituito i Consigli di Quartiere, ieri Matteo Rinaldi ha esplicitato il pensiero ufficiale del suo partito. Le sue parole sono riportate stamane slle colonne del quotidiano Bresciaoggi: «Premetto che non è minimamente in discussione il valore che attribuiamo da sempre alla partecipazione attiva della popolazione, tuttavia, per come è stata modellata dall´Amministrazione comunale, siamo di fronte a un simulacro della stessa, che è stata così concepita per organizzare il consenso a favore di una parte politica ben precisa. Aggiungo inoltre che i nuovi organismi saranno privi del benché minimo potere decisionale, motivo in più per chiamarsene fuori».

Tra i motivi che spingolo al dissenso, due legati all’elettorato: «Potranno votare i sedicenni, una decisione totalmente contraria alla Legge, ragion per cui stiamo valutando un ricorso davanti al Tar per renderla impraticabile. È stato concesso l´elettorato attivo e passivo agli extracomunitari residenti in città, una forzatura della quale ci sono note le motivazioni recondite e che non condividiamo».

Un altro elemento fortemente contestato dal Carroccio cittadino è la mancanza di un quorum. Anche su questo il parere di Rinaldi è stato riportato da Bresciaoggi: «Avevamo chiesto insistentemente l´esistenza di un quorum minimo di votanti (qualche punto percentuale), tale da invalidare le consultazioni se non fosse stato superato. Richiesta respinta sulla base del convincimento che si tratterà di un grande flop».
(a.c.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. La Lega ha sacrosanta ragione. Tuttavia rinunciare alle elezioni vuol dire dare campo libero a Parmigiani e Fenaroli, che riempiranno i consigli di estremisti di sinistra pronti alla causa dell’indrottinamento . A Parmigiani e Fenaroli non gliene può fregare di meno della partecipazione, a loro importa solo piazzare i loro accoliti.

  2. Speriamo che il TAR dia una risposta veloce in modo tale da invalidare queste votazioni che rappresentano uno schiaffo x la legge !!!!

RISPONDI