Il Comune di Castelcovati resta a piedi. Il sindaco: regalateci un autocarro

0

(a.t.) Il Comune di Castelcovati è rimasto letteralmente a piedi. E’ questo, al momento, il curioso epilogo della vicenda di (stra)ordinaria amministrazione che ha per protagonista il municipio guidato dalla leghista Camilla Gritti. Tutto ha avuto inizio una decina di giorni fa, nella notte tra l’11 e il 12 ottobre, quando un malvivente ha rubato dal cortile del magazzino comunale l’unico autocarro dell’ente: un Fiat Talento del 1993.

Un mezzo decisamente obsoleto, ma – a quanto pare – “indispensabile per il trasporto delle transenne, del palco e delle pedane necessarie alle manifestazioni, e per il conferimento dei rami e degli sfalci all’isola ecologica da parte dei volontari”. Tanto più alla luce del fatto che, sottolinea il sindaco in una nota inviata nella mattinata di oggi, il Comune non può né comperarne né affittarne un altro a causa dei vincoli di legge sul bilancio (“in base alla legge 228/2012 Art:1, comma 143, non possiamo fare acquisti di autovetture e autocarri né stipulare contratti di locazione finanziaria aventi a oggetto autovetture ed autocarri”).

Per questo la Gritti ha deciso di lanciare un appello ai suoi concittadini chiedendo “se c’è qualcuno che stia rottamando un autocarro simile al nostro ed è disposto a regalarlo al Comune”. L’alternativa? Tornare ai cari vecchi carri trainati da cavalli, oppure sperare che il dio della burocrazia faccia una concessione.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Dispiace per il furto ma questo sindaco si sta specializzando per spettacolarizzazione delle vicende. Basta vedere il "faccia a faccia" con Renzi all’inaugurazione della Brebemi.

  2. 143. Ferme restando le misure di contenimento della spesa gia’
    previste dalle disposizioni vigenti, a decorrere dalla data di
    entrata in vigore della presente legge e fino al 31 dicembre 2014, le
    amministrazioni pubbliche di cui al comma 141 non possono acquistare
    autovett ure ne’ possono stipulare contratti di locazione finanziaria
    aventi ad oggetto autovetture. Le relative procedure di acquisto
    iniziate a decorrere dal 9 ottobre 2012 sono revocate.
    144. Le disposizioni dei commi da 141 a 143 non si applicano per
    gli acquisti effettuati per le esigenze del Corpo nazionale dei
    vigili del fuoco, per i servizi istituzionali di tutela dell’ordine e
    della sicurezza pubblica, per i servizi sociali e sanitari svolti per
    garantire i livelli essenziali di assistenza.
    Questo dice la norma, che parla di autovetture e non di autocarri. Anche per le autovetture sono previste deroghe in funzione dei servizi..
    Ma evidentemente a quel Sindaco interessa di più finire sui giornali o apparire in televisione, che risolvere i problemi del suo Comune.

LEAVE A REPLY