Il sindaco Del Bono oggi su Facebook parla di barriere architettoniche

0
Bsnews whatsapp

Tutti i giorni (o quasi) alle 14 Bsnews.it vi propone l’aggiornamento su cosa il sindaco di Brescia Emilio Del Bono sta postando, commentando e divulgando su Facebook…

Oltre alla promozione di un incontro pubblico a Urago Mella al quale parteciperà lunedì sera, il sindaco Emilio Del Bono quest’oggi ha avuto modo di confrontarsi con un problema sollevato da un utente, ma che riguarda migliaia di bresciani: l’ostacolo delle barriere architettoniche per chi è affetto da handicap.

Grazie ad un articolo apparso su Superando.it, Del Bono ha conosciuto la triste avventura di una disabile bresciana, Maddalena Botta, da anni costretta alla sedia a rotelle motoria e incapace di andare in bagno durante un convegno che si è tenuto la scorsa settimana nel centralissimo hotel Vittoria di via X Giornate. Come è lei stessa a raccontare, le prime difficoltà sono arrivate all’ingresso dell’hotel: “Per quanto la sala dove si teneva la presentazione del libro fosse agevolmente raggiungibile con un ascensore – racconta la donna – non vi era modo di avvicinarsi al bancone della reception, a causa dei due gradini e della porta rotante all’ingresso, e anche entrando di lato, vicino all’ascensore, si ripresentavano gli stessi due gradini”. Stessa difficoltà, se non peggiore, anche per recarsi in bagno: “Una ragazza dello staff mi ha accompagnato molto cortesemente al piano interrato, tra depositi di lenzuola e scorte di cucina, che a quanto pare era l’unico modo per accedere a un bagno senza gradini. Peccato, però, che si trattasse di un bagno standard, stretto, assolutamente impossibile da utilizzare per chi, come me, è in sedia a motore e necessita dell’aiuto di un’assistente. Ho dovuto quindi uscire e recarmi in una vicina caffetteria che sapevo essere dotata di un bagno adatto alle mie esigenze”.

Da qui il rimando ai tanti luoghi della città, anche di recente costruzione, inaccessibili ai disabili: “Cosa fanno il Sindaco e la Giunta Comunale per rendere Brescia una città accessibile a tutti? E strutture come lo Sportello Informahandicap, l’Ufficio Eliminazione Barriere Architettoniche o la stessa Casa delle Associazioni? Personalmente sono davvero esausta ed è possibile che sia sempre solo io ad andare in giro per negozi o mostre, per accorgermi che ci sono strutture nuove inadeguate? E perché quelle vecchie non vengono ristrutturate, secondo un’ottica di accessibilità universale? Si fanno i necessari controlli? E se sì, come vengono fatti?”.

Domande alle quali Del Bono non ha risposto, limitandosi ad ammettere:“Tema vero e serio”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI