Nessuna impresa bresciana in lizza per il rifacimento dell’Eib

0

Quattro grandi imprese provenienti da mezza Italia si contenderanno l’appalto per il rifacimento del palazzetto Eib: nessuna di queste è bresciana, ma gli studi di progettazione dei quali si serviranno sì. Dopo l’apertura delle buste con i nomi delle ditte e l’attenta analisi dei requisiti inseriti nel bando, tutte e quattro le offerte arrivate sono state ammesse. Il prossimo passo per la Commissione, riunitasi ieri presso la camera di Commercio, sarà quello di scegliere una impresa alla quale affidare i lavori.

L’importanza delle ditte che hanno partecipato al bando, e i loro curriculum, se non rappresentano una garanzia assoluta sono certamente elementi importanti per far dormire sonni relativamente tranquilli alla città di Brescia. Montagna Costruzioni Srl di Pesaro, Italiana Costruzioni Spa di Roma, Unieco di Reggio Emilia, Coghi Spa di Roverbella (Mantova): una tra queste aziende avrà l’onere e l’onore di di realizzare il palazzetto che nella primavera del 2016 dovrà essere inaugurato. 

Il lavoro della Commissione tecnica, composta da professionisti e non da amministratori, sarà ora quello di vedere i progetti presentati e le offerte economiche. Ricordiamo che l’opera sarà pagata grazie ai 6,3milioni di euro che Immobiliare Fiera deve alla Loggia, più eventualmente un conguaglio da parte dello stesso Comune (al massimo 2,5 milioni di euro, salvo sconti presentati dalle imprese).
(a.c.)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. cè poco da lucrare???quelle esterne le imprese avranno dei costi in più da sostenere,,trsferte operai mezzi cantiere eccecc!!!quindi???

LEAVE A REPLY