Prende a pugni il controllore e scappa: l’aggressore è un 25enne bresciano

7

di Elisabetta Bentivoglio – E’ un giovane bresciano di 25 anni il responsabile dell’aggressione avvenuta nel pomeriggio di lunedì, 20 ottobre, sulla linea 17 dell’autobus ai danni di un controllore di Brescia Mobilità. A rivelarlo è la Questura di Brescia che questa mattina ha divulgato i particolari che hanno portato alla denuncia dell’uomo.

Erano le 17,30 quando sulla linea 17 che dall’ospedale Civile conduce verso Castel Mella, all’altezza di via Oberdan, il controllore è salito sul bus chiedendo di esibire i titoli di viaggio. In quel momento l’unica persona a bordo, ad esclusione del conducente, era il 25enne che, dopo aver visto il controllore ha iniziato a maneggiare il cellulare nel tentativo, si scoprirà in seguito, di acquistare il biglietto tramite sms. Mauro, controllore 55enne residente in città, dipendente di Brescia Mobilità da 33 anni di cui 16 spesi come controllore dei titoli di viaggio, ha fatto solo il suo dovere. Si è avvicinato al 25enne e, dopo avergli chiesto di esibire il biglietto si è sentito rispondere che l’aveva fatto online ma aveva un problema a visualizzarlo sul cellulare. “In realtà osservando il telefono non ho notato nulla di anomalo – ha raccontato Mauro – ma lui continuava a ripetere che non poteva farmi vedere l’acquisto del biglietto perché il telefono aveva dei problemi”.

Da lì una brevissima discussione nella quale il giovane ha provato anche a minacciare il controllore intimandogli che l’avrebbe fatto licenziare se avesse continuato a non credergli. Il conducente, evidentemente intimorito da quel che stava accadendo ha preferito fermare il bus. “Ha iniziato a dirmi che mi avrebbe fatto licenziare e che avrebbe chiamato il suo avvocato così gli ho detto che io avrei chiamato la Polizia”. E’ in quel momento che il 25enne, senza alcun preavviso, gli ha sferrato un pugno in faccia e, dopo aver azionato l’apertura delle porte, si è dileguato.

Le indagini per risalire all’aggressore sono iniziate subito. Gli agenti prima hanno recuperato le utenze che in quella fascia oraria avevano acquistato un biglietto del bus per poi selezionare tre nomi, tra cui quello del 25enne bresciano. “Ci è bastato far vedere al controllore la fotografia del giovane, già pregiudicato, perché lui lo riconoscesse immediatamente – ha spiegato il commissario Ravel -. Dalle verifiche è risultato inoltre che il ragazzo aveva sì acquistato il biglietto del bus, ma solo dopo che il controllore era salito sul bus”. L’uomo è stato quindi denunciato per lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e interruzione del pubblico servizio. Il controllore, invece, medicato all’ospedale Civile, ha avuto una prognosi di 6 giorni.

Non era la prima volta che Mauro veniva aggredito. “Sei mesi fa un un gruppo di ragazzi stranieri ha spinto me e il mio collega fuori dal bus in via Fura dopo che gli avevamo chiesto di esibirci i titoli di viaggio – ha ricordato, per poi aggiungere – Se in futuro i vigilantes potranno fare da deterrente per evitare aggressioni di questo genere o anche semplici sfottò ne sarò felice. Non è facile avere a che fare con gente che reagisce in modi tanto aggressivi e inaspettati”.

Comments

comments

7 COMMENTS

  1. MI state dicendo che si può comprare il biglietto del bus online ed esibire il cellulare al controllore? Se ci fosse stato ai miei tempi non avrei mai fatto mezzo biglietto.

  2. spero che i magistrati gli diano la lezione che si merita. Vada al fresco per un po’. Sarebbe ora di cominciare a insegnare il rispetto delle persone e della legge.

  3. Fosse straniero i commenti urlati sarebbe 100. Siccome é bruschinassimo ne bastano, 2 per sbaglio. É uno dei nostri, poverino.

  4. fosse, fosse…ke vuol dire , fosse bresciano o no delinquente resta ……solito qualunquismo da bar dello sport ! ma stai zitto e argomenta meglio invece di scrivere due righe di k….te

  5. bresciano o non , almeno per un anno a pulire i cessi in stazione , le cacche cani ai giardini pubblici e sotto controllo !!!! Bresciano o non bresciano.

LEAVE A REPLY