La Leonessa continua a ruggire: è vittoria anche con Biella!

0
Bsnews whatsapp

Sul parquet del San Filippo di fronte all’Angelico Biella, Brescia fa tre su tre giocando una partita di altissimo livello, a ritmi folli per tutta la durata dei 40 minuti e che dal terzo quarto di gioco in avanti è stata in mano ai ragazzi di coach Diana. Sugli scudi Roberto Nelson con 24 punti e 7 rimbalzi, oltre a Justin Brownlee, autore di una gran partita (17 punti e 11 rimbalzi) e Marco Passera, risorsa importante in uscita dalla panchina (12 punti e 3 assist).

 

Inizio scoppiettante di gara, con Brescia e Biella che non si risparmiano: Brownlee è stimolato dalla sfida con Raymond e parte alla grande, trovando una tripla da oltre l’arco e inchiodando una bimane che fa esplodere il San Filippo. L’Angelico fatica in attacco, con il suo leader Alan Voskuil rallentato dall’asfissiante difesa di Juan Fernandez: Cittadini e ancora Brownlee, questa volta dalla lunetta, firmano il +12  prima della mini rimonta di Biella con il solito Voskuil, che va a referto con 7 punti in un amen e chiude il primo quarto sul 21-14 per Brescia. Nel secondo quarto arriva subito la tripla di Nelson, insieme ai quattro punti di Marco Passera: la Leonessa prova a scappare, ma dall’altra parte si accende Alan Voskuil e con lui tutta Biella. Raymond e De Vico puniscono dall’arco, Berti con 3 punti di fila firma il -5 per gli ospiti. Brescia stringe le maglie in difesa e Biella comincia a faticare in attacco; anche grazie a qualche dubbia decisione da parte della terna arbitrale, i ragazzi di coach Corbani riescono a rimanere a contatto e chiudono il primo tempo sul 38-47, con Cittadini e Passera che fissano il punteggio finale.

Il secondo tempo si apre con un piazzato di Juan Fernandez, che fa prima vedere tutto il meglio del suo repertorio e poi commette due falli (il terzo e il quarto) che lo costringono a sedersi in panchina per il resto del quarto di gioco. La Leonessa non si scoraggia, anzi, alza il ritmo e vola al massimo vantaggio (+20) grazie a due canestri pazzeschi di Roberto Nelson, che spingono coach Fabio Corbani a chiamare timeout. Raymond e Laquintana suonano la sveglia biellese e trovano il -15, distacco con il quale si chiuderà il terzo quarto di gioco, ma Brescia apre gli ultimi 10 minuti di gioco con un altro parziale di 7-0. I ragazzi arrivano a +22 prima e +24 dopo, dimostrando una fluidità nel gioco offensivo di altissimo livello. Biella prova a rimontare nel finale con Eric Lombardi, ma il divario tra le due squadre è sempre di 20 lunghezze: Brescia dà una bella prova di forza di fronte al pubblico di casa e vince 85-65.

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI