Marocchino accoltellato a Remedello: in carcere un bresciano

19
Bsnews whatsapp

Sarebbe un 28enne bresciano l’aggressore del cittadino marocchino colpito da diversi fendenti nella notte tra sabato e domenica a Remedello, nella Bassa.

Secondo la ricostruzione dei Carabinieri i due si sarebbero incontrati in viale Stazione dopo essersi dati appuntamento. Cosa abbia scatenato la violenza del giovane bresciano non è ancora dato sapere, di certo c’è che l’aggressore ha colpito la vittima con più colpi di coltello che gli hanno provocato ferite molto gravi, tali da richiedere un intervento chirurgico delicato.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri il bresciano dopo averlo accoltellato sarebbe anche salito sull’automobile del marocchino e lo avrebbe investito.

Per il bresciano non è stato convalidato l’arresto ma è stata disposta la custodia cautelare in carcere.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

19 COMMENTI

  1. Ma come un bresciano??? Ma i criminali non erano tutti extracomunitari? O forse ha fatto bene visto che la vittima è straniera? Scusatemi ma da razzista quale sono non so come interpretare bene la notizia. Cosa si dice in questo caso ai coccolaimmigrati per tirarli per il culo?

  2. Anch’io sono razzista e non so piccosa dire…. possibile che sia un bresciano? che accoltella un marocchino poi? il mondo all’incontrario. Non c’é più religione e non si capisce più chi sono i buoni e chi i cattivi.

  3. Ora che ci penso anche quello che ha ucciso quella ragazza brasiliana era bresciano. UN bresciano che uccide una straniera? Non capisco ci più niente, mi crollano le poche certezze che avevo…

  4. Non è possibile! Ci deve essere un errore! L’ aggressore un Italiano? E nemmeno un terrone proprio un bresciano? Non ci credo! Andiamo a verde l’ appartenenza politica perchè qui qualcosa non quadra. Sarà di sicuro di sinistra altrimenti non si spiega.

  5. Avanti con le battaglie di schieramento. Non si capisce chi sia il più fesso. Se vediamo la popolazione delle carceri scopriamo che il 60% circa è costituita da forestieri a fronte di una presenza degli stessi del 20%. Italiani 40% galeotti a fronte dell’80% di popolazione. Il rapporto è quindi 6 volte più stranieri in prigione rispetto ai nostrani. Sono peggio gli stranieri? Non credo: sono più sradicati, con molte difficoltà ad inserirsi, senza un lavoro, senza una famiglia che faccia da freno sociale. Sarebbe serio ragionare sulla necessità di non ammettere chiunque, ma solo chi può godere di qualche garanzia di inserimento. Questo, probabilmente, contrasta con gli interessi dei solidaristi ad oltranza, quelli che fanno i solidali retribuiti e di questo campano.

  6. Confronta i dati per sesso e fasce di età e la sproporzione tra stranieri (moltissimi giovani maschi) e stranieri (sempre più anziani) si riduce di molto. La legge che regola gli ingressi é la Bossi-Fini quindi caso mai diamo la colpa a loro non a chi critica la legge. Rendiamoci conto che non esiste e mai é esistito un modo per entrare legalmente in Italia.

  7. ok e’ italiano,e’ bresciano,e giustamente va punito………..que llo che a me piacerebbe(un po meno ,pare,ai buonisti)che entrasse in vigore un detto:vdelinquente e buoi dei paesi tuoi……

  8. …e allora???!!!Trattasi di un delinquente e come tale va trattato….In galera , ed è giusto così…mentre con tanti fratellimigrantiched elinquono c’è la remissione in libertà.In galers tutti, italiani e non , quando delinquono!Se poi trattasi di spacciatori o pusher che dir si voglia…la cosa non cambia.

  9. Siccome é bresciano allora lo mettono in galera, se fosse immigrato lo avrebbero già rilasciato, perché i giudici comunisti e buonisti sono loro amici. E chi scrive cazzate così ci crede anche.

  10. Dove sono i commentatori razzisti? Siccome non é straniero non lo attaccate? Lo sentite come uno dei vostri? Sarebbe ora di finirla con questa sceneggiata xenofoba: i delinquenti sono delinquenti e basta. Non c’entra se italiani o stranieri.

  11. Commento il tuo intervento invitando ttt gli immiGRATIS con grandi problemi di adattamento di ogni tipo, soprattutto i CLANDESTINI e coloro che nn riescono più a mantenersi, A TORNARE A CASA LORO XCHÉ NOI NE POSSIAMO PIÙ, NOI NON NE VOGLIAMO PIU' VEDERE IN GIRO XCHÉ , POVERINI, SONO COSÌ INFELICI CHE CI SI STRINGE IL CUORE…E, X QUANTO RIGUARDA I COCCOLAIMMIGRATIS E GLI ESPONENTI DI DIRITTI X LORO, CHE LI SEGUANO PURE, TANTO A NOI NN MANCHERANNO…E LA' RICEVERANNO TTT GLI ONORI CHE HANNO RISERVATO QUI AGLI STRANIERI !!!! Ogni tanto è bello sognare !!!! BRESCIA SVEGLIATI !!!!!!

  12. che ce ne siano in giro troppi di extra non è in discussione. è la la percentuale di quelli che commette reati che è in discussione

  13. Sei proprio pirla, non fosse altro per il fatto che ti arrabbi per niente. Il paese lo mandano avanti quelli che tutte le mattine si alzano e vanno a lavorare. Tra questi ci sono decine di milioni di italiani e alcuni milioni di stranieri: basta guardarsi in giro, andare nelle fabbriche, nei bae, nelle officine, nelle stalle, nelle case con gli anziani, negli ospedali. Ovunque trovi stranieri che lavorano a fianco degli italiani. Certo che se non frequenti ambienti lavorativi e giri solo per strada…. in amicizia e simpatia: PIRLA !

RISPONDI