Tagli a Ctb e Grande, Rolfi al vice sindaco: Castelletti sbaglia bersaglio, è colpa del Governo Renzi

0

“Concordo con il vice sindaco Castelletti sulla necessità di evitare tagli, come quelli fatti dalla sua amministrazione comunale al CTB e al Teatro grande. Per evitare ciò però sarebbe necessario che alzasse il telefono e, anziché rivolgersi all’assessore regionale che a sua volta subisce i tagli del Governo, chiamasse direttamente il premier Renzi, di cui è accesa sostenitrice, per scongiurare il taglio di quasi un miliardo di trasferimenti a Regione Lombardia.” Così Fabio Rolfi, vice capogruppo bresciano della Lega Nord al Pirellone in merito alle dichiarazioni del vice sindaco di Brescia, Laura Castelletti.

 “La Castelletti evidentemente – prosegue Rolfi – ha qualche problema con la matematica; citare a sproposito i 30 milioni di euro a bilancio per sostenere il referendum sullo Statuto speciale, proprio quando la Lombardia subirà un taglio di quasi 1 miliardo sui 5 totali tagliati alle regioni, appare assolutamente fuori luogo. Forse  il vice sindaco scorda che il governo Renzi ha quasi azzerato i trasferimenti al Comune di Brescia e non crede che sia necessario provare a trattenere almeno una parte dei 50 miliardi annui che la Lombardia regala ogni 12 mesi allo Stato. O magari dimentica che proprio pochi giorni fa, grazie alle risorse della Regione, la città di Brescia ha potuto sbloccare la seconda tranche di oltre 5 milioni di euro concessi in deroga al Patto di stabilità.

A voler essere precisi inoltre non saranno solo i teatri a chiudere ma anche molti ospedali rischieranno grosso se il governo Renzi non cambierà immediatamente rotta. Queste saranno le conseguenze dei tagli lineari se non si introdurranno subito i costi standard per valorizzare i comportamenti virtuosi come quelli di Regione Lombardia.”

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome