Lotta alle Tag, dieci writers denunciati: obiettivo più ambito la metro

0

Sono 10 i writers nel mirino della Polizia locale, che sono stati denunciati dagli agenti coordinati da Omar Gatta. E tra questi, sei sono minorenni. Dopo una serie di indagini i 10 sono stati identificati e dopo alcune perquisizioni sono state  sequestrate bombolette spray, bozzetti e materiale informatico. Come riporta il Giornale di Brescia il mondo dei writers si muove su due binari: le crew locali, fatte da persone molto giovani, che prendono a tavolozza muri (anche quel del Civile e della gelateria Bedussi), pensiline e cestini con tag. E poi quelli in trasferta: i loro sono obiettivi più ambizioni, tra cui soprattutto la metropolitana. Nella rete della locale è finito «Spid», arrivato dal Piemonte per introdursi nel deposito e spruzzare i vagoni.  

Comments

comments

1 COMMENT

  1. non credo che il decoro urbano non sia importante, anzi ma se fossi un’amministratore non sceglierei di fare la guerra a questa gente. Guerra che finisce nella maggior parte in un nulla di fatto e nel migliore dei casi gli fai ripulire dove hanno sporcato…le priorità della Locale dovrebbero essere altre

  2. @jill, per esempio? devono andare in guiro a fare le multe alle auto in seconda fila? oppure mettersi fuori dai locali per controllare gli scontrini. Pienamente d’accordo con il comune, la lotta a questi imbrattatori dovrebbe essere ancora più dura!!!

  3. Fare pagare multa salatissima e fare PULIRE. tante scritte con un vigoroso olio di gomito !!!! Se maggiorenni un po' di giorni in carcere !!!

LEAVE A REPLY