Circoscrizioni, Labolani all’attacco: no a queste elezioni farsa

0
Bsnews whatsapp

“Il 14 dicembre 2014 sarà una data storica per Brescia: è il giorno in cui verrà posta la pietra tombale sul decentramento grazie all’azione firmata da Fenaroli – Del Bono per far diventare la nostra città una mappa burocratica di piccoli komintern multirazziali”.

Lo sostiene in un comunicato Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Brescia, che oggi ha tenuto una conferenza stampa per contestare le modalità di creazione dei Consigli di Quartiere con le elezioni del 14 dicembre.

“Definire queste elezioni Primarie tra Pd, Cgil e Acli è un eufemismo”, tuona Mario Labolani, “il sistema creato senza nessuna possibilità di cambiamento è stato pensato, voluto e confezionato solo per impedire ai cittadini di confrontarsi, promuovere e proporre iniziative contrarie alla Giunta Del Bono. Così, dopo aver tolto il diritto di voto ai cittadini per eleggere i loro rappresentanti in provincia, ente che a differenza di quanto sostenuto da Renzi ancora esiste, si passa ai quartieri.

“A tutto ciò”, continua il comunicato stampa, “Fratelli d’Italia è contraria in maniera decisa: pensare di distruggere l’ottimo lavoro svolto dalle storiche Circoscrizioni è una mancanza di rispetto gravissima nei confronti della stragrande maggioranza dei cittadini bresciani. Insieme agli altri partiti che compongono il Centrodestra abbiamo deciso di non partecipare alla composizione delle liste e a maggior ragione di non partecipare al voto farsa del 14 dicembre. Dal 2015”, conclude Labolani, “creeremo nelle piazze e nelle strade le nostre circoscrizioni, queste sì aperte per davvero alla partecipazione libera di tutti”,

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Sicuramente non parteciperò a queste elezioni ,come del resto moltissime persone .E' un sopruso , come si fa a fare partecipare minorenni ed immigrati che solo vivono qui da 5 anni ??? Che ne sanno loro delle problematiche cittadine ???? Sicuramente porteranno avanti SOLO i loro interessi !!!! E'anti legge , ma qui Del Bono , Fenaroli ,Galletti etc sono dei gran coccolaimmigratis !!!! Ed allora se li godano i loro protetti !!!! I bresciani saranno così schifati che non li rieleggeranno sicuramente !!!! Schifo,schifo , schifo

  2. TU HAI PERFETTAMENTE RAGIONE !!! SPERO che molti leggano il tuo commento. SPERO che molti decidano di nn andare a votare. SPERO che molti eleggeranno persone diverse alle prossime amministrative…ma soprattutto spero che i coccolaimmiGRATIS nn riescano a coccolarli ancora x molto, SPERO che la gente si svegli e capisca che tra poco NOI SAREMO I VERI ED UNICI POVERI con la triste prospettiva di nn essere aiutati. BRESCIAAAAAAA SVEGLIAAAAAAA !!!!!!

  3. Francamente penso che alla fine non si prenda atto del problema di fondo: l’opinione pubblica crede sempre meno alla politica rappresentativa. Da un lato (lo si è visto nel tasso di assenteismo alle ultime tornate elettorali) è già sempre meno propensa a dare fiducia e ad affidare le prorpie sorti a troppe persone che pongono quelle sorti in coda ad un elenco di priorità di partito, personali o affaristico-clientel ari. Ma, dall’altro, la stessa opinione pubblica non vede per ora all’orizzonte opportunità serie e praticabili di democrazia diretta ovvero partecipativa "dal basso", men che meno in organismi vagamente consultivi come le nuove, cosiddette circoscrizioni. Questo per dire che le elezioni cittadine di dicembre, mentre tutta la politica nostrana si agita strumentalmente sul fronte del sì o del no, nulla di nuovo porteranno in termini di cambiamento nello scenario decisionale saldamente in mano ad una Giunta plenipotenziaria e ad un maggioranza consiliare costituita da semplici esecutori di ordini nell’esercizio del potere. Quindi, cari bresciani, state pure a casa e magari, per cambiare davvero almeno qualcosa, il 14 dicembre leggetevi un buon libro…

RISPONDI