Prostituzione, a Ospitaletto scattano le multe per divieto di sosta e fermata

18

Per contrastare il fenomeno della prostituzione su strada, l’amministrazione comunale di Ospitaletto ha deciso di istituire il divieto di sosta permanente e fermata su via Padana Superiore, via Circonvallazione, I° Maggio, via Pio da Pietralcina, via Seriola, via Gramsci, via Martiri della Libertà, via dei Carpini, via S. Bernardo e via Ghidoni.

“La sosta e le fermata dei veicoli e quella dei clienti delle persone dedite all’attività sopracitata è ora vietata e sanzionata. L’ordinanza – ha commentato il sindaco Sarnico – è un ulteriore azione che segue quelle dei mesi scorsi, variazione regolamento Polizia Locale, posizionamento nuovi cartelli stradali di divieto e presenza capillare della Polizia Locale, al fine di eliminare il degrado e il disagio sociale e migliorare ne contempo la circolazione stradale”.

Sulle vie in questione è istituito il divieto di sosta permanente con rimozione forzata di quelli trovati abusivamente, con l’esclusione delle emergenze e di carico e scarico presso le attività produttive limitrofe. A breve la posa della dovuta segnaletica.

Comments

comments

18 COMMENTS

  1. Io vorrei capire se mi dovessi fermare a parlare sul ciglio della stada con una ragazza qualsiasi in cosa incapperei? Nulla ovviamente. Questa delle multe ai potenziali clienti è l’ennesima truffa che fa leva sul fatto che sapendo dell’azione poco perbenista che uno sta facendo, tace e paga. Capirei se mi beccassero appartato, in atti osceni e per giunta mentre stò passando soldi alla ragazza di turno. Potrei in questo caso essere accusato anche se cmq ho dei forti dubbi sull’ accusa. Chi decide che una è prostituta ed un altra no? Ce l’hanno scritto in faccia? O sulla carta di identità? È , si o no il solito modo per farsi un pò di soldi con una truffa legalizzata? Se si vuole togliere il via vai di puttanieri dalla strada, bisogna togliere le p……… O no???

  2. chi ti dice perché la ragazza che si prostituisce é lí? É una sua libera scelta (raro) oppure é costretta? Il cliente non ha responsabilità, mentre invece chi compra una radio usata sí. Multare pesantemente i clienti, non per moralismo, ma perché é colpa dei clienti se molte ragazze vengono costrette a prostituirsi.

  3. Non basta più il non lecito Regolamento di Polizia Locale anti prostituzione da strada, adesso sono state riprese le Ordinanze del Codice della Strada ai sensi dei relativi articoli 6 e 7. Orbene, tale divieto di sosta fermata, anche per i pedoni, deve essere giustificato al fine di tutelare la sicurezza degli utenti delle vie, altrimenti i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un connesso ricorso.

  4. Oltre alla multa , manderei un avviso anche a casa , così le famiglie sanno e le mogli hanno una buona ragione per buttarlo fuori di casa

  5. Purtroppo colpire alla radice a volte e' la soluzione più facile per diminuire il resto… Nel senso…se nessuno acquista merce rubata, probabilmente i ladri non hanno motivo di rubare merce, se la gente non va' dalle meretrici le stesse non avranno senso di esserci… E così via. Ciò non toglie che concordo l'idea delle case chiuse.

  6. @77. No ti sbagli, vieni sanzionato ugualmente, visto che quest’Ordinanza riguarda tutti i cittadini, salvo solo le Forze dell’Ordine per relative ispezioni e scarichi merce. Mi domando dove sia finito il relativo Regolamento di Polizia Locale (art. 37 lettera s), visto che tale decreto deve comportare delle spese per l’affissione dei relativi cartelli di segnaletica.
    In più, voglio rispondere a chi ancora crede nella schiavitù del meretricio, che non si può confondere nello sfruttamento relativo a collaborazione. In ambito di prostituzione tra soggetti maggiorenni, mi domando il motivo per il quale a cadere vittime della tratta di persone a sfondo sessuale debbano essere sempre le donne straniere, mentre quelle italiane ne debbano essere quasi esenti, sia in Italia, sia all’estero ed il motivo per il quale i marciapiedi del sesso a pagamento si svuotano durante le vacanze natalizie e pasquali. La risposta è quella che la schiavitù del sesso a pagamento non è molto diffusa.

  7. Basta una semplice ricerca sul web per scoprire che francostar é un punter che scrive ovunque per difendere il suo diritto a frequentare le prostitute. Ovviamente non si sa chi sia nella vita reale. Dice che non c’é nulla di male ma si nasconde. Se non ci fosse nulla di male non dovrebbe essere grave dire a qualcuno che é un figlio di ….. invece lo é. Che tristezza…. abbiamo bisogno di amore, tutti. Accompagnarsi a qualcuno/a solo per soldi é di una tristezza infinita.

  8. punto nr 1 ) smettiamola di dire che c’è la schiavitù sessuale , il 90% delle donne che si prostituiscono lo fanno liberamente solamente x i facili guadagni . per le nere il discorso è diverso invece , probabile lo sfruttamento da parte di bande che le ricattano anche con riti magici dei quali le "schiave" hanno terrore , presenza di bande di nigeriani e senegalesi .
    punto 2 ) che aprano la partita iva , che vengano schedate tutte e controllate dalla usl , pagherebbero le tasse come in olanda , germania etc etc, e sai che gettito .
    punto 3 ) locali adatti e adibiti al sesso a pagamento come succede in belgio, svizzera etc etc, i gestori pagano le tasse
    punto 4 ) siamo troppo moralisti e in italia c’è il vaticano che lancerebbe anatemi , moralisti e grandissimi puttranieri…….qu esta è la differenza !

  9. spesso chi va a puttane ha bisogno d’amore , e non ci fanno magari nemmeno sesso…ci parlano e basta perchè sono soli e cercano un contatto umano che la società di oggi ti nega , rapporti virtuali su facebbook, chat dove non hai identità , etc et …… quindi la teoria della tristezza per chi va a pouttane è un attimino fuori luogo . è più triste vedere ragazzini che camminano a testa bassa xkè anche camminando debbono usare gli sms , chattare con chi poi , giocare su intenet…questo è davvero triste perchè poi nella raltà non sanno più relazionarsi…….q uesto è triste !

  10. e finiamola…… , tra tasse , lavoro che non c’è, caro vita , clandestini, furti , ammazzamenti vari, in giustizia , euro che vale nient, gas che costa oro, benzina come il platino…….UNICO DIVERTIMENTO RIMASTO è QUESTO….andare a baldre ogni tanto dai tempi di adamo ed eva………….., porca eva !

  11. @Put. Giustamente, la parola figlio di p.. identifica qualcosa di screditante causato da un’assurda Meretriciofobia al pari dell’Omofobia, per la quale dire r… agli omosessuali è la stessa condizione. Esattamente, non si svolge del male a nessuno nell’essere omosessuale e di conseguenza, non dovrebbe essere dannoso per nessuno essere nel mondo della prostituzione.

  12. @òèut Posso dire che solo il vero amore non si può comprare e la prostituzione remunerata è sesso a basso costo, rispetto a quella non remunerata, che ipocritamente viene scambiata per il primo caso.

  13. Queste ordinanze servono solo a fare cassa, le prostitute fanno comodo, altrimenti non ci vorrebbe molto a fare una legge che rende reato questa attività e le ragazze sparirebbero, quando vogliono farci pagare qualcosa fanno presto a emanare leggi, decreti ecc., quindi …….
    Credo ci siano cose più serie di cui occuparsi proprio in merito alla sicurezza

LEAVE A REPLY