Il Carpine d’argento quest’anno premia Letta e don Mazzi

0

Il Piccolo Teatro di Palazzo Laffranchi si Carpenedolo ospiterà martedì 9 dicembre, con inizio alle 20.30, l’ottava edizione del Carpine d’Argento. Una manifestazione cresciuta nel corso degli anni, che per questo appuntamento propone un autentico gran galà. È sufficiente un semplice sguardo ai personaggi che riceveranno il riconoscimento per comprendere immediatamente di trovarsi davanti ad un vero e proprio evento. Scelti dalla giuria presieduta da Enzo Trigiani e nominati dall’associazione “Francesco Trigiani” curatrice dell’evento con il patrocinio dell’amministrazione comunale e in collaborazione con la locale Pro Loco, saliranno sul palco personaggi che non hanno bisogno di presentazioni come Enrico Letta già Presidente del Consiglio; il sacerdote don Antonio Mazzi impegnato nel recupero di molti giovani, il senatore Franco Ferrari politico bresciano già membro del Parlamento italiano e di quello europeo. Al loro fianco Mario Lodetti, un acquafreddese adottato da Carpenedolo che dedica tuttora gran parte del suo tempo allo sport sul versante giovanile.

Come vuole una scaletta ormai consolidata, la serata delle premiazioni permetterà ai presenti di scoprire più da vicino i premiati, ascoltando dalla loro viva voce emozioni e progetti futuri. Nello stesso tempo, accanto a questi incontri personali, un significativo filo conduttore della serata, che sarà presentata dal giornalista Luca Marinoni, sarà la musica grazie alla maestria del maestro Luca Tononi al pianoforte, del soprano Nadia Engheben e della violinista Michela Tononi.

L’edizione 2014 del Carpine d’Argento si segnala per una novità assoluta. Le premiazioni coincideranno con quelle del primo Concorso di pittura riservata sotto il cielo dei carpini al Risorgimento, un’iniziativa innovativa, che coincide con una della prime manifestazioni organizzate dall’associazione “Francesco Trigiani” di recente fondazione. Il concorso ha preso spunto dalla particolare passione che Francesco Trigiani, al quale è dedicata la serata, ha riservato al periodo risorgimentale. La vernice inaugurale delle tele esposte a Palazzo Laffranchi è per domenica 7 dicembre alle ore 15.30. La mostra proseguirà fino alle soglie del Santo Natale. “Vogliamo presentare, sperando ovviamente di riuscirci, una manifestazione che confermi la continua crescita del Carpine d’Argento – sintetizza Enzo Trigiani – seguendo l’invito in vita di mio figlio Francesco da sempre uno dei principali sostenitori della kermesse culturale. Il nostro obiettivo è rivolto verso quanti riescono a trasmettere valori positivi in campo politico, sociale, culturale e sportivo e quant’altro. Un messaggio concreto in grado di raggiungere tante persone. Ringrazio coloro che si sono resi disponibili per assicurare il desiderato successo del Carpine d’Argento 2014. Realizzare manifestazioni di alto livello in un periodo di risorse sempre limitate come quello che stiamo attraversando non è facile. E’ per questo che occorrono persone in grado di condividere il progetto e capaci con il loro impegno di andare al di là di quegli ostacoli che sembrerebbero mortificare la nostra voglia di fare e l’entusiasmo di far apprezzare in tutta Italia il nome di Carpenedolo”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. io destinerei questi premi a chi sta rovistando nei cassonetti tanto per dirne una e non sono pochi che lo fanno.copriamo di gloria sempre coloro che non ne hanno bisogno

LEAVE A REPLY