Normativa anticorruzione, a Palazzolo un seminario per gli enti locali

0
Bsnews whatsapp

“Enti locali e normativa anticorruzione”. Questo il tema del seminario gratuito e aperto a tutti organizzato dall’Amministrazione Comunale a Palazzolo sull’Oglio per mercoledì 12 novembre, dalle ore 15.00 alle 17.00, presso il Teatro Sociale (ingresso da piazza Zamara).

 Dopo un’introduzione a cura della Prof. avv. Vera Parisio, Ordinario di Diritto Amministrativo presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Brescia, la relazione sarà affidata al Dott. Claudio Galtieri, Presidente della Sezione giurisdizionale per la Lombardia della Corte dei Conti.

L’incontro affronterà un argomento di stringente attualità, se si considera che ad oggi meno della metà dei Comuni lombardi ha nominato il proprio responsabile della prevenzione della corruzione, come previsto dalla legge 190/2012, a fronte di un fenomeno che non accenna a scomparire. Anzi, genera preoccupazioni e ripercussioni crescenti. Secondo i dati diffusi nel febbraio scorso dalla Commissione Europea, la corruzione nel settore pubblico in Italia è percepita dal 97% della popolazione, rispetto a una media europea del 76%. Una situazione che trova riscontro anche nell’attività della Corte dei Conti lombarda, tanto da indurre il procuratore regionale, Antonio Caruso, nella sua relazione a margine dell’inaugurazione dell’anno giudiziario, a parlare di una corruzione “più diffusa oggi che 20 anni fa”.

 Anche di questo dunque, come delle ripercussioni della corruzione sui conti pubblici e sul gettito fiscale, oltre che del rischio che comporti l’affievolirsi della fiducia dei cittadini nelle istituzioni democratiche, si parlerà nel seminario di mercoledì 12 novembre con il Presidente Galtieri.

 Un’opportunità, offerta agli amministratori, ma non solo, per formarsi e confrontarsi con una figura di altissimo profilo. Claudio Galtieri, nominato magistrato della Corte dei Conti nel 1976, ha infatti svolto attività di controllo su Amministrazioni periferiche e centrali dello Stato, poi funzioni di direttore dell’ufficio di coordinamento del controllo preventivo, è stato componente della I sezione giurisdizionale, ha svolto funzioni di vice procuratore generale, presso la Procura generale di Roma, con incarico di responsabile del coordinamento delle Procure regionali e le funzioni di procuratore regionale presso la sezione giurisdizionale della Corte dei Conti per la Regione Toscana, prima di diventare Presidente della Sezione giurisdizionale per la Regione Lombardia.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI