Brescia e Cremona città della musica: si concretizza il progetto di un unico conservatorio

0
Dopo l’incontro di Roma, giovedì 6 novembre, tra il Ministro della Pubblica Istruzione Giannini, il sindaco del Comune di Cremona Gianluca Galimberti e i vertici del Conservatorio di Musica «Luca Marenzio» di Brescia, il progetto di un unico conservatorio che abbracci le due città sta diventando realtà. Trasformare le due in città della musica, affini per tradizioni musicali.  Come scrive il Corsera sono due le azioni proposte al Ministro: la trasformazione dell’Istituto pareggiato ‘Claudio Monteverdi’ di Cremona in una sede staccata del Conservatorio di Brescia e la nascita di una laurea in musica per formare sia educatori musicali, sia musicisti specializzati nella musica antica. Un progetto che avrebbe risonanza anche all’estero e che, per nascere, attendo solo l’ok dal ministero entro il 20 novembre. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Idealmente, l’inventore della musica barocca, il cremonese Claudio Monteverdi, stringe la mano a Luca Marenzio, eccellente madrigalista. La vedo più dura tra i bresciani Bertolotti (Gasparo da Salò) e Maggini ed i mitici cremonesi Amati, Stradivari e Guarneri: il violino, nella sua struttura e dimensione definitiva, si insiste nel dire che fosse stato partorito prima dai bresciani. Alla fine, proprio perchè non andrà come con A2A e con UBI, almeno in qualcosa lasciateci uscire da vincitori lombardi…

LEAVE A REPLY